menulensuserclosebubble2shareemailgoogleplusstarcalendarlocation-pinwhatsappenlargeiconvideolandscaperainywarningdotstrashcar-crashchevron_lefteurocutleryphoto_librarydirectionsshoplinkmailphoneglobetimetopfeedfacebookfacebook-circletwittertwitter-circlewhatsappcamerasearchmixflagcakethumbs-upthumbs-downbriefcaselock-openlog-outeditfiletrophysent_newscensure_commentgeneric_commentrestaurant_companiessunnymoonsuncloudmooncloudrainheavysnowthunderheavysnowheavyfogfog-nightrainlightwhitecloudblackcloudcloudyweather-timewindbarometerrainfallhumiditythermometersunrise-sunsetsleetsnowcelsius

Devastazione e bagni notturni alla piscina di Dolo, motivo? "Per noia"

Un gruppo di cinque giovani, tra 18 e 21 anni, del luogo e di Mira sono stati denunciati dai carabinieri della tenenza locale dopo essere stati sorpresi domenica notte "in flagrante"

Per noia. Solo per questo. Non ci sarebbero altri motivi dietro la devastazione che lasciavano alla piscina comunale di Dolo, in via Pasteur. Un gruppo di cinque giovani, di buon famiglia, infatti, è stato denunciato dai carabinieri della tenenza locale per invasione di terreni e atti vandalici a causa dei danni di alcune migliaia di euro alle vetrate e alle struttura. Sdrai e ombrelloni che ogni volta recavano i segni delle loro "visite" notturne. Entravano di soppiatto di sera, facevano il bagno e poi se ne andavano lasciando, secondo gli inquirenti, un porcile. Lo stesso che poi si ritrovavano la mattina seguente i gestori, esasperati dalla situazione.

A mettere fine a questi comportamenti i militari dell'Arma, che domenica notte, verso l'1.30, si sono appostati e hanno aspettato di cogliere in flagrante il gruppetto. Gli agenti hanno visto alcuni movimenti sospetti, si sono avvicinati, e hanno sorpreso i giovani, tutti tra i 18 e i 21 anni, mentre scavalcavano la recinzione dell'impianto dopo l'ennesimo "raid". Sono finiti tutti in caserma: si tratta di un 21enne, un 20enne e un 18enne di Mira e di due 18enni dolesi. Tutti di buona famiglia, anche se alcuni di loro non erano completamente sconosciuti alla giustizia.

Potrebbe interessarti

Commenti

    Più letti della settimana

    • Cronaca

      Nuovo raid all'oasi di Spinea, ritorno nella notte per "finire il lavoro". Altri animali uccisi

    • Incidenti stradali

      Perde il controllo della moto e si schianta contro un'auto: muore 29enne

    • Cronaca

      Allarme bomba all'aeroporto di Venezia, ma erano delle canne da pesca

    • Cronaca

      Oltre cento animali massacrati all'oasi di Spinea, in corso indagini dei carabinieri

    Torna su