Devastazione e bagni notturni alla piscina di Dolo, motivo? "Per noia"

Un gruppo di cinque giovani, tra 18 e 21 anni, del luogo e di Mira sono stati denunciati dai carabinieri della tenenza locale dopo essere stati sorpresi domenica notte "in flagrante"

Per noia. Solo per questo. Non ci sarebbero altri motivi dietro la devastazione che lasciavano alla piscina comunale di Dolo, in via Pasteur. Un gruppo di cinque giovani, di buon famiglia, infatti, è stato denunciato dai carabinieri della tenenza locale per invasione di terreni e atti vandalici a causa dei danni di alcune migliaia di euro alle vetrate e alle struttura. Sdrai e ombrelloni che ogni volta recavano i segni delle loro "visite" notturne. Entravano di soppiatto di sera, facevano il bagno e poi se ne andavano lasciando, secondo gli inquirenti, un porcile. Lo stesso che poi si ritrovavano la mattina seguente i gestori, esasperati dalla situazione.

A mettere fine a questi comportamenti i militari dell'Arma, che domenica notte, verso l'1.30, si sono appostati e hanno aspettato di cogliere in flagrante il gruppetto. Gli agenti hanno visto alcuni movimenti sospetti, si sono avvicinati, e hanno sorpreso i giovani, tutti tra i 18 e i 21 anni, mentre scavalcavano la recinzione dell'impianto dopo l'ennesimo "raid". Sono finiti tutti in caserma: si tratta di un 21enne, un 20enne e un 18enne di Mira e di due 18enni dolesi. Tutti di buona famiglia, anche se alcuni di loro non erano completamente sconosciuti alla giustizia.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Cronaca

      Mira sotto shock dopo il tentato omicidio: "Situazioni difficili lasciate a se stesse"

    • Cronaca

      Prima l'aggressione a colpi di martello, poi la telefonata: "Venite, ho ferito mia madre"

    • Cronaca

      Bicchieri alla gola, 27enne quasi ucciso: fuga in taxi, abiti sporchi di sangue buttati in mare

    • Cronaca

      Canoa rovesciata in laguna, una ventina di ragazzini soccorsi in acqua e salvati

    I più letti della settimana

    • Preso il boss della cocaina a Mestre: "Jack" e soci si intascavano 5mila euro a notte

    • Il sogno di una Mestre "più veneziana": progetto per riaprire il canale fino alle Barche

    • Rapina al supermercato a Fossò: "Clienti impauriti, mi hanno puntato la pistola contro"

    • Maxi tamponamento a catena sulla Triestina: 6 veicoli coinvolti e 10 feriti tra Ceggia e San Donà

    • Arrivano i cartelli per indicare gli autovelox: "Si accenderanno tra una settimana circa"

    • Derubata e scaraventata a terra mentre cammina da sola nella calle a Venezia

    Torna su
    VeneziaToday è in caricamento