L'alta pressione favorisce l'accumulo delle polveri: PM10 oltre i limiti fino a mercoledì

Livelli sopra i massimi giornalieri in tutte le stazioni di rilevazione nel weekend. Una situazione che perdurerà anche nei primi giorni della settimana, con lenti miglioramenti

Torna il problema PM10. Nella settimana appena trascorsa, l’espansione di un’alta pressione sull’area mediterranea occidentale ha determinato condizioni di forte stabilità atmosferica, senza precipitazioni e venti significativi. Una situazione meteorologica che ha portato al ristagno degli inquinanti e all’accumulo delle polveri sottili nel Veneziano (e più in generale in tutto il Veneto), le cui concentrazioni nel fine settimana hanno superato il valore limite giornaliero.

Nella giornata di domenica, nella fattispecie, si sono avuti superamenti del valore limite giornaliero in tutte le centraline della rete aria della provincia, con concentrazioni comprese tra 61 e i 89 µg/m3. Picco rilevato in via Tagliamento.

pm10_27000001_24-2
Già lunedì - come specifica Arpav - il campo di alta pressione si è indebolito per l’avvicinamento di una saccatura di origine atlantica. Tuttavia non sono previste precipitazioni, quindi le concentrazioni di PM10 saranno sì in diminuzione, ma risulteranno ancora superiori al valore limite giornaliero.