Una vetrina per le imprese venete, nasce il portale dell'Expo 2015

Il sito, già tradotto in 25 lingue, è stato finanziato interamente grazie a risorse private ed è l'ultima "creatura" del patron dell'Umana Holding, Luigi Brugnaro

Dalle ore 13 di venerdì è consultabile on line il nuovo portale www.expoveneto.it, la piattaforma web ufficiale della Regione Veneto per l’Esposizione universale 2015. 

 È stata presentata pubblicamente, nell’auditorium del campus scientifico universitario dell’università Ca’ Foscari in via Torino a Mestre, dal presidente del Comitato Expo Veneto, Luigi Brugnaro, che diventa inoltre componente effettivo del board nazionale ristretto di Expo al fianco della presidente Diana Bracco che si riunirà per la prima volta il 18 novembre a Milano. Il portale, tradotto in 25 lingue, è stato realizzato dalla società Attiva di Marghera e totalmente finanziato con risorse private. Si configura come un grande planner in cui le Istituzioni e le Imprese possono inserire, del tutto gratuitamente, gli eventi da organizzare in coerenza con le parole chiave del tema prescelto “Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita”, per permettere ai milioni di visitatori che arriveranno per l’Esposizione universale di programmare il proprio viaggio e i propri appuntamenti. Attualmente sono già circa 500 le imprese iscritte.

“Il Veneto si mette in rete per Expo 2015, sia nel senso di fare sistema tra tutte le componenti del mondo produttivo e le istituzioni, che di sfruttare le enormi potenzialità del web – ha spiegato il presidente Brugnaro – L’obiettivo del portale è duplice: sviluppare un approccio esperienziale all’Expo e sostenere la strategia d’internazionalizzazione delle imprese. Resterà in funzione anche quando l’Esposizione universale si sarà conclusa configurandosi come Agenzia di sviluppo tecnologica per il territorio, perché è importante promuovere nel mondo il valore e la qualità delle tante eccellenze Made in Veneto e accompagnare le aziende a sviluppare una nuova cultura d’impresa, allargando gli orizzonti e aprendosi alla conquista di nuovi mercati”.

Il protocollo d’intesa firmato nei mesi scorsi, mette assieme 14 associazioni di categoria e i 3 sindacati: Confindustria, Ance, Cia, Cna, Casartigiani, Coldiretti, Confagricoltura, Confartigianato, Confcommercio, Confcooperative, Confesercenti, Legacoop, Agci, Unioncamere, Cgil, Cisl e Uil. Alla presentazione sono intervenuti i seguenti presidenti: Francesco Brunello di Confcooperative, Lorenzo Nicoli di Confagricoltura, Giorgio Piazza di Coldiretti, Enrico Ramazzina di Ance, Giuseppe Sbalchiero di Confartigianato, Massimo Zanon di Confcommercio e Fernando Zilio di Unioncamere Veneto, oltre a Brunero Zacchei in rappresentanza delle tre sigle sindacali. In apertura ha portato il suo saluto il Rettore di Ca’ Foscari, Michele Bugliesi, mentre al termine, subito dopo l’intervento del Presidente di Confindustria Veneto Roberto Zuccato, le conclusioni sono state affidate all’assessore regionale Franco Manzato.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tacco11 della famiglia di Federica Pellegrini nel nuovo hotel a 5 stelle di Jesolo

  • Schianto tra due auto, morta una donna

  • Sorpreso con un trans, paga subito la multa: «Ma non ditelo a mia moglie» ​

  • L'Amerigo Vespucci torna in laguna in compagnia della nave San Giorgio

  • Donna trovata morta sugli scogli, è una signora di Noale

  • L'Auchan passa a Conad. Sciopero e presidio a Mestre

Torna su
VeneziaToday è in caricamento