Derubano il prete in battello, spariscono i soldi per le candeline

Vittima del furto mosnignor Formezza, parroco a Torcello: martedì gli hanno sottratto una busta contenente 380 euro mentre si recava a piazzale Roma

Gli tagliano i pantaloni e gli rubano tutti i soldi. Quando si tratta di furti non si guarda in faccia nessuno, e così nel mirino dei borseggiatori stavolta è finito il parroco di Torcello, salito a bordo di un vaporetto nel pomeriggio di martedì. Come riporta il Gazzettino, l'uomo sarebbe uscito di casa a San Marcuola e per recarsi a piazzale Roma sarebbe salito su un mezzo della linea 2, accalcato tra i turisti.

La situazione ideale per gli autori dei furti con destrezza, che evidentemente approfittando della confusione sono riusciti ad agire senza farsi notare. Dieci minuti di viaggio, il tempo che è bastato agli scaltri ladri per tagliare i pantaloni del prelato e sottrargli la preziosa busta: dentro la somma di 380 euro in contanti, che sarebbero serviti per acquistare le candele per la chiesa di Torcello.

Il malcapitato si è accorto di quanto accaduto soltanto una volta arrivato a Mestre: uno squarcio di 20 centimetri sui pantaloni, dalla tasca fin dietro la cintura, praticato probabilmente con un taglierino. Al parroco non è rimasto altro da fare che sporgere denuncia, oltre che lanciare un appello perché a bordo dei mezzi Actv siano eseguiti maggiori controlli per tutelare i viaggiatori.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tacco11 della famiglia di Federica Pellegrini nel nuovo hotel a 5 stelle di Jesolo

  • Sorpreso con un trans, paga subito la multa: «Ma non ditelo a mia moglie» ​

  • Violenta collisione in serata, perde la vita un 53enne di San Stino

  • L'Auchan passa a Conad. Sciopero e presidio a Mestre

  • Sciopero del personale Actv, ecco quando

  • Controlli e multe nei ristoranti: 225 chili di alimenti sequestrati in un solo esercizio

Torna su
VeneziaToday è in caricamento