Da mercoledì arriva il maltempo: forti piogge e acqua alta a Venezia

Le previsioni non promettono nulla di buono. Tra 24 ore scatta l'attenzione per rischio idrogeologico. Attesi 120 centimetri in laguna

Come ampiamente previsto, la protezione civile del Veneto, in vista dell'arrivo di un'ondata di maltempo sulla Regione, ha dichiarato dalla mezzanotte di mercoledì fino alle 14 di giovedì 6 novembre lo stato di pre-allarme per rischio idrogeologico. Tradotto: pioverà e ci sarà pure l'acqua alta a Venezia. A finire nel mirino delle previsioni meteo soprattutto i bacini dell'alto Piave, del Piave pedemontano, dell'Alto Brenta, del Bacchiglione e dell'Alpone. Stato di attenzione, invece, per Adige, Garda, Basso Brenta e Fratta Gorzone, oltre che, per rischio idraulico, su Piave pedemontano e Alto Brenta-Bacchiglione e Alpone.

In laguna, invece, residenti e pendolari si concentrano sulle previsioni riguardanti l'acqua alta: secondo il centro maree del Comune, infatti, i primi picchi elevati si registreranno già martedì, con una punta di 95 centimetri alle 21.15. Il giorno seguente, invece, alle 9.10 si raggiungerà uno dei livelli più elevati, che secondo le rilevazioni del Centro dovrebbe essere di circa 120 centimetri. Alle 22 dello stesso giorno possibile picco a 105 centimetri, con "bis" alle 9.40 di giovedì: attesi 105 centimetri. Venerdì il picco maggiore: 120 centimetri alle 10.45. Un’alta marea di questo livello comporta l’allagamento di una superficie del 28 per cento della viabilità pedonale della città, con un livello variante da pochi millimetri a una media sui 40 centimetri in piazza San Marco.

Gli Enti e le amministrazioni locali dovranno prestare la massima attenzione per la sorveglianza dei fenomeni previsti e porre in atto le necessarie azioni di vigilanza e prevenzione, oltre alle procedure di allertamento dovute a conclamate criticita' o particolari sofferenze geologiche e idrauliche presenti nel territorio di competenza. In particolare i Comuni caratterizzati dalla presenza di fenomeni di colate rapide dovranno attivare idonee azioni di controllo del territorio in quanto tali fenomeni di dissesto sono particolarmente sensibili alle precipitazioni temporalesche intense.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I dati aggiornati sul contagio in Veneto e in provincia

  • I contagi e i pazienti coronavirus aggiornati a domenica sera

  • Ricoveri e decessi, gli aggiornamenti del 24 marzo sera

  • Quasi 6000 positivi al coronavirus in Veneto, altri morti in provincia

  • Quasi 900 positivi in provincia, altri 2 morti all'ospedale di Dolo

  • Mutui per prima casa sospesi dai decreti Conte ma alcune banche trattengono la rata

Torna su
VeneziaToday è in caricamento