Punte fino a 145 centimetri: salgono ancora le previsioni di acqua alta

E potrebbe andare anche peggio. Asili chiusi per precauzione a Venezia e isole (ma non al Lido). Le previsioni per martedì e mercoledì

Nei prossimi giorni la marea potrebbe arrivare a livelli molto elevati. Il centro previsioni del Comune di Venezia ha emesso nuovi bollettini al rialzo che indicano quote massime fino a 145 centimetri, valori considerati di marea eccezionale (codice rosso). Scrive il Comune: «Le previsioni, valutate con Cnr-Ismar e Ispra, prevedono, in particolare, martedì 12 novembre mattina alle ore 10 un picco di marea di 140 centimetri, martedì sera alle ore 23 un picco di 145 e mercoledì 13 novembre mattina alle ore 10.30 un picco di 145». Vista la situazione meteorologica dinamica, inoltre, «questi due ultimi valori potrebbero essere rivisti in aumento, anche con il superamento della soglia di 155 centimetri. Anche il Centro Funzionale Decentrato dell'Arpav prevede domani e dopodomani precipitazioni diffuse con quantitativi anche abbondanti di pioggia». Per precauzione, il Comune ha annunciato che il 12 e 13 novembre sarà sospesa l'attività didattica nei nidi e nelle scuole dell'infanzia a Venezia e nelle isole. L'attività sarà invece regolare al Lido, Pellestrina e sulla terraferma.

Settimana di acqua alta

A fronte di queste previsioni, sentita la prefettura, verrà attivato il Centro di Comando previsto per il “piano acqua alta” nella sede della polizia locale, per coordinare tutti i servizi della città e monitorare l’evolversi della situazione. I valori di marea eccezionale comportano l'allagamento di buona parte della viabilità pedonale cittadina (intorno al 65%, per la precisione). Se le previsioni saranno confermate, gli allagamenti causeranno non pochi disagi a chi si muove in città. È consigliato ovviamente l'uso di stivali e, nei momenti di massima, è meglio evitare del tutto di uscire di casa. Come sempre, nelle aree più basse e più trafficate sono state collocate le passerelle apposite, ma va ricordato che, superato un certo livello, le stesse vengono rimosse per il pericolo di galleggiamento. L'utenza è invitata a seguire gli aggiornamenti che verranno emessi con particolare frequenza.

Piano di emergenza

Riportiamo la comunicazione della prefettura in seguito alla riunione di lunedì pomeriggio: «Si rammenta che le passerelle allestite dal Comune di Venezia non garantiscono la transitabilità in caso di marea superiore ai 120 centimetri e, pertanto, si raccomanda alla popolazione di uscire nelle fasce orarie sopraindicate solo in caso di estrema necessità. Alcuni pontili di attracco dei vaporetti potrebbero essere impraticabili in coincidenza con il picco di marea. Actv potrebbe sospendere il servizio pubblico di trasporto. Si raccomanda, inoltre, ai conducenti dei natanti di tenere una velocità moderata. Si ricorda che, in caso di acqua superiore a 120 centimetri, sono utilizzabili solo Canal Grande, Rio di Cannaregio, Rio Novo e, per i soli mezzi di soccorso ed emergenza, anche Canale delle Galeazze. Sono stati allertati i servizi di pubblica utilità (Actv, Veritas, Italgas e Enel), che hanno assicurato la disponibilità di squadre di pronto intervento. Ulteriori natanti saranno messi a disposizione per il collegamento con le isole di Burano e Pellestrina per interventi di soccorso urgente. Per le chiamate di emergenza si invita la cittadinanza ad utilizzare il numero 115».

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

bollettino_grafico-12-26

Acqua alta a Chioggia

Anche il Comune di Chioggia si sta preparando alla possibile marea eccezionale: «Per domani mattina, 12 novembre, è prevista una marea sostenuta alle ore 10.00 con punta massima di 140 cm - scrive -. La marea sarà sostenuta anche nella notte alle ore 22.55 e la mattina di mercoledì 13 alle ore 10:25 con punta massima di 145 cm. È possibile parcheggiare in modo gratuito nei parcheggi limitrofi al centro storico: Isola dell'Unione est ed ovest, Sacca San Francesco, Viale della Repubblica, Saloni CAM, Borgo San Giovanni durante l'arco temporale che va dalle 6 (sei) ore antecedenti il picco previsto di marea alle 6 (sei) ore successive a tale picco. Si avvisa altresì che per guasto tecnico le sirene potrebbero non funzionare».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Poca neve a Venezia, poi la pioggia

  • Frontale drammatico a Noventa di Piave: morti tre ragazzi

  • Contro un albero e giù nel fosso: muore un 43enne

  • Trovato il corpo senza vita di Paolo Tramontini

  • Violento scontro fra furgone e trebbiatrice sulla Triestina

  • Infermiere preso a calci e pugni da un paziente: si dovrà operare

Torna su
VeneziaToday è in caricamento