Dopo le violente raffiche di "burian" è in arrivo la neve: "Prepariamoci per giovedì"

Le previsioni Arpav di lunedì lo affermano chiaramente: da mercoledì si alzano le temperature di qualche grado e potrebbe nevicare. Il gelo potrebbe avere effetti devastanti sulle colture

Dal gelo si passerà alla neve. La primavera è ancora lontanissima guardando le previsioni meteo dell'Arpav, l'agenzia ambientale regionale. In queste ore si stanno toccando temperature ampiamente sotto lo zero in gran parte della pianura padana a causa del "burian", il vento siberiano che porta freddo e ghiaccio. L'eccezionale afflusso di aria dalla Russia continuera fino a martedì, ma poi la situazione non migliorerà di molto. "Mercoledì ancora molto freddo - sottolinea l'Arpav nel suo bollettino - ma inizierà un'inversione di tendenza i cui effetti si manifesteranno soprattutto nei giorni successivi, quando il contrasto tra l'aria più fredda preesistente e l'aria più calda in arrivo porterà varie precipitazioni che giovedì saranno nevose sia in pianura sia sui monti, mentre venerdì in pianura gradualmente si passerà da neve a pioggia". Lo si mette nero su bianco: la pianura sarà imbiancata. Fino a lunedì sera, poi, la bora continuerà a spirare violenta, scemando sempre più la sua forza. 

Spargisale in azione

Intanto da lunedì sera per l'ennesima volta nel territorio comunale di Venezia entreranno in azione gli spargisale a partire dalle 20. "I mezzi interverranno al Lido di Venezia, Pellestrina - San Pietro in Volta, Piazzale Roma - Tronchetto e nella terraferma limitatamente a cavalcavia, sottopassi e rotatorie per prevenire la possibile formazione di ghiaccio", dichiara in una nota Ca' Farsetti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Colture a rischio 

Vento e gelo stanno mettendo a rischio le colture della regione. Anzi, le conseguenze della perturbazione sono state definite potenzialmente "devastanti" dal Consorzio provinciale di Venezia per la difesa delle colture agrarie dall'avversità (Condifesa): "E' il momento giusto per assicurarsi - si sottolinea - È bene ricordare che l’assicurazione contro le avversità atmosferiche e/o ambientali è l’unico strumento che permette alle aziende agricole di proteggere il proprio raccolto (e conseguentemente il proprio reddito) ed avere - in caso di danno - il risarcimento spettante in tempi brevi". Il consorzio ha organizzato una serie di appuntamenti informativi sulla gestione del rischio 2018. Si comincia mercoledì 28 febbraio, alle 11, al Consorzio di Bonifica di Portogruaro. Seguiranno Cavarzere (1° marzo), Dolo (2 marzo), Mestre (2 marzo), San Donà di Piave (13 marzo).
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuova ordinanza in Veneto: la mascherina non sarà più sempre obbligatoria

  • «Ha fotografato le mie bimbe in vaporetto»: nel telefono la polizia trova decine di foto di minori

  • Dagli scavi in A4 è emersa un’imponente struttura di epoca romana

  • Bacaro chiuso 5 giorni per violazione delle norme anti-Covid

  • Coda verso Venezia al mattino. Pressione sui mezzi nel corso della giornata

  • Incendio ad un'azienda agricola in Riviera

Torna su
VeneziaToday è in caricamento