Si finge un cliente, poi prende a pugni la prostituta e la rapina

L'aggressione nella notte tra mercoledì e giovedì nella zona commerciale del Terraglio. Vittima una 19enne nigeriana, bottino 250 euro

Sembrava in tutto e per tutto un cliente desideroso di togliersi le proprie voglie, invece stavolta non lo era. O meglio, forse il suo primo intendimento era proprio quello nel momento in cui si è avvicinato a quella giovane nigeriana che stazionava nella zona del centro commerciale Auchan. Poi, però, l'approccio sessuale è sfociato in rapina. Un uomo di probabili origini magrebine, infatti, a un certo punto nella notte tra mercoledì e giovedì, verso le 3, è andato su tutte le furie e ha picchiato una prostituta raggiungendola al volto con alcuni colpi proibiti.

Dopodiché, dopo il rapporto sessuale, le ha strappato di dosso la borsetta e si è impadronito dei soldi che erano custoditi al suo interno. I contanti che la ragazza era riuscita a racimolare fino a quel momento con il suo lavoro. Dopo l'aggressione il malintenzionato è fuggito con circa 250 euro, noncurante delle condizioni della lucciola, la quale poi ha chiesto aiuto alla polizia.  O meglio, una volante di passaggio sempre nella zona del parco commerciale del Terraglio a un certo punto è stata fermata da un altro veicolo. A bordo un uomo e una giovane donna: erano la prostituta e un amico che avrebbe dovuto, su richiesta di lei, accompagnarla in via Fratelli Bandiera a Marghera.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Una volta davanti agli agenti la 19enne, con segni inequivocabili sul volto, ha raccontato ciò che le era accaduto poco prima. Il cliente, il rapporto a bordo dell'auto di lui e soprattutto le percosse subite. Le forze dell'ordine hanno effettuato un sopralluogo della zona, potendo contare sulla parziale descrizione dell'auto fornita dalla donna, ma l'aggressore ormai aveva fatto perdere le sue tracce.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuova ordinanza in Veneto: la mascherina non sarà più sempre obbligatoria

  • Dagli scavi in A4 è emersa un’imponente struttura di epoca romana

  • Bacaro chiuso 5 giorni per violazione delle norme anti-Covid

  • Incendio ad un'azienda agricola in Riviera

  • Dal primo giugno tutto il personale Actv torna in servizio

  • Casa del sesso in centro a Mestre: arrestata una donna

Torna su
VeneziaToday è in caricamento