Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Protesta dei comunali a Mestre, spuntano le sagome vuote: "Assessori non contano nulla"

 

Monta la protesta dei dipendenti comunali a Mestre nel corso del consiglio municipale che si è tenuto nel pomeriggio di giovedì nella sala consiliare di via Palazzo. Al centro della contestazione la situazione dei precari e la "confusione creatasi in Comune a seguito del repulisti di fine dicembre, con i 119 lavoratori lasciati a casa".

Spuntano anche le sagome bianche, per protestare contro la "vuotezza" degli assessori, che di fatto - lamentano i comunali - non contano nulla. “Non si può far niente che non voglia il sindaco, sono delegittimati in toto nel loro ruolo”.

I problemi sono anche di tipo organizzativo. Un'assistente sociale con il contratto in scadenza a marzo racconta: "Non so come comportarmi con l’utenza, come posso prendere in carico un caso se non so dove sarò tra un mese?". Ma in generale i manifestanti chiedono rispetto: "Mancano relazioni sindacali e le ricadute organizzative sono pesanti per un centinaio di persone che da dicembre hanno smesso di lavorare per il Comune". Quindi l'appello al sindaco Brugnaro: "Venga in assemblea pubblica il primo marzo, vediamo cos’ha da dire e qual è la sua proposta di fronte alle nostre richieste che ha sempre disatteso".

Critica la Cgil, quale risanamento – attacca Daniele Giordano, segretario generale della Funzione Pubblica di Venezia -  in un anno e mezzo di governo della città abbiamo assistito a licenziamenti e allo smantellamento di servizi ai cittadini accompagnato dallo svilimento del ruolo dei lavoratori. Lo dimostrano i tagli al salario dei dipendenti e dei permessi per malattia, i servizi educativi in stato di grave difficoltà, i turni di lavoro massacranti della polizia municipale anche per espletare compiti non propri, le scrivanie vuote negli uffici delle municipalità svuotate di competenze. Gli unici veri risultati che vediamo sono quelli che il sindaco twitta puntualmente della squadra di cui è il proprietario".

Potrebbe Interessarti

Torna su
VeneziaToday è in caricamento