La protezione civile si esercita con un finto incendio a bordo del treno

Prove di intervento notturno sulla linea Padova - Mestre, la notte fra sabato e domenica. È un'iniziativa per monitorare il coordinamento tra le forze coinvolte

Prove notturne di soccorso sul treno in fiamme (per finta). Si è svolta nella notte fra sabato 4 e domenica 5 luglio, lungo la linea ad alta velocità tra Padova e Mestre, un’esercitazione di protezione civile coordinata dalla prefettura di Padova, con la partecipazione dei Comuni di Vigonza e Pianiga, rete ferroviaria italiana, Trenitalia, Polfer, vigili del fuoco, protezione civile, Suem 118, carabinieri e polizia municipale.

Lo scenario dell’esercitazione: un treno Frecciargento, proveniente da Padova e diretto a Venezia, si arresta in linea per un principio di incendio nella prima carrozza. I fumi man mano si diffondono nelle altre vetture. Presenti sul treno alcuni viaggiatori a ridotta mobilità e con patologie cardiache che richiedono soccorsi specifici. I passeggeri evacuati sono accompagnati nell’area di triage allestita nelle vicinanze della fermata di Vigonza Pianiga, adiacente la linea ferroviaria.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Particolare attenzione è stata riservata alla verifica della rapidità ed efficacia nell’attivazione delle procedure per la gestione delle emergenze, nonché la capacità di azione e la tempistica per il ripristino del funzionamento della linea ferroviaria. L’esercitazione rientra tra le iniziative programmate periodicamente per monitorare l'efficacia della catena di coordinamento e dei flussi comunicativi fra le strutture coinvolte. Obiettivo comune è testare, collaudandone l’applicazione sul campo, il protocollo d’intesa tra protezione civile Veneto e il Gruppo FS Italiane per i sistemi di intervento a tutela della sicurezza, delle persone, delle cose e dell’ambiente. La simulazione è stata preceduta da una sessione informativa sui rischi specifici in area ferroviaria rivolta ai soggetti esterni partecipanti. Al termine del test i soggetti intervenuti hanno analizzato e valutato positivamente le varie fasi dell’esercitazione che si è svolta senza alcuna ripercussione sulla circolazione dei treni passeggeri.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Gli aggiornamenti sul contagio in Veneto e in provincia la sera dell'1 aprile

  • Addio ad Ambra, morta a 31 anni

  • Ricoveri e decessi: gli aggiornamenti del 31 marzo sera

  • Bollettino contagi e ricoveri per Covid-19 domenica mattina, regione e provincia

  • Ricoveri e decessi, gli aggiornamenti di oggi

  • Il bollettino Covid-19 del 3 aprile sera: ancora morti, calano i ricoveri

Torna su
VeneziaToday è in caricamento