Portogruaro, firmato il primo protocollo contro l'omofobia

Per la prima volta coinvolta un'azienda sanitaria. Il documento contiene le linee guida sui comportamenti da tenere per prevenire discriminazioni

Si tratta della prima iniziativa del genere in Italia. Un'iniziativa che intende combattere l'omofobia e tutte le forme di discriminazione che deve sopportare, suo malgrado, chi viene considerato "diverso". L'associazione Lgbt del Veneto orientale, (lesbiche, gay, bisex, trans) ha infatti firmato un protocollo contro le violenze omofobe. La riunione decisiva a Portogruaro. Seduti allo stesso tavolo le associazioni Gaylib e Agedo, assieme alla Ulss 10. E' il primo atto del genere siglato con un'azienda sanitaria.

Il documento siglato contiene le linee guida per prevenire la discriminazione sull'omofobia, i comportamenti da tenere, nei consultori, nei pronto soccorsi e da parte delle forze dell'ordine. "Per il mondo gay - afferma Denis Mazzon, presidente di Lgbt Veneto Orientale - è una conquista. Un protocollo analogo era stato stilato con il Comune di Roma".

L'idea è venuta anche sull'onda delle molte mail arrivate nella casella di posta dell'associazione che abbraccia Portogruarese e Sandonatese. Messaggi in cui le richieste d'aiuto si sommano ai racconti di chi deve subire situazioni di discriminazione. Come il caso di un ragazzo 14enne picchiato dal padre che non sopportava l'idea di avere un figlio omosessuale.

A disposizione c'è anche un numero di supporto contattabile tutto il giorno (366/3422356) e una sede a Mussetta di San Donà di Piave, in via Garibaldi, all'uscita del sottopasso della località veneziana.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuova ordinanza in Veneto: la mascherina non sarà più sempre obbligatoria

  • «Ha fotografato le mie bimbe in vaporetto»: nel telefono la polizia trova decine di foto di minori

  • Bacaro chiuso 5 giorni per violazione delle norme anti-Covid

  • Coda verso Venezia al mattino. Pressione sui mezzi nel corso della giornata

  • Incendio ad un'azienda agricola in Riviera

  • Ecco i divieti che resteranno in vigore anche dopo il 3 giugno

Torna su
VeneziaToday è in caricamento