Coses, la Provincia salva 3 dipendenti, per la Zaccariotto: "Un segnale forte"

L'ente assume i lavoratori dell'ex consorzio di ricerca, chiudendo la vertenza nata dopo la sua decisione di uscire dalla partecipazione dello stesso, la presidente esprime soddisfazione

E' giunta infine una risposta concreta, da parte della provincia di Venezia, alla spinosa questione del Coses, l'ex consorzio nato allo scopo di condurre analisi, studi e progetti funzionali all'attività delle amministrazioni pubbliche, facente inizialmente capo a Comune e Provincia. Con l'assunzionione odierna di tre lavoratori provenienti dal consorzio, si chiude un iter piuttosto tortuoso, che ha avuto origine in seguito alla decisione dell’ente provinciale (nel luglio dello scorso anno) di uscire dalla partecipazione del Coses, in linea con le nuove strategie di razionalizzazione e riorganizzazione, volte alla valorizzazione di settori quali l’ambiente o la pianificazione territoriale, ritenuti più coerenti con le proprie funzioni di coordinamento.

I tre dipendenti avevano sostenuto un concorso pubblico e sono stati assunti alle stesse condizioni contrattuali e retributive di tutti gli altri dipendenti provinciali.

Esprime soddisfazione la presidente della Provincia Francesca Zaccariotto: "Si è conclusa un’operazione complessa e molto delicata, che abbiamo seguito fin dall’inizio con grande attenzione, e sulla quale avevamo già espresso fin da subito le nostre intenzioni, quelle di uscire completamente dalla partecipazione al consorzio di ricerca". Ritengo - prosegue - "ci sia stata forse un po’ di confusione all’inizio, con la volontà inizialmente dichiarata da parte del Comune di farsi carico di tutto il personale proveniente dal Coses".

Per noi oggi - incalza - "questo è diventato un impegno aldilà dei numeri e delle effettive necessità dell’ente, potendo assumere a noi servirebbero figure professionali con competenze tecniche specifiche, da inserire in quei settori specialistici dove abbiamo carenza di organico". La Zazzariotto parla delle tre assunzioni come di un  “fuori programma”, tuttavia - sottolinea infine - "abbiamo voluto dare un segnale forte, anche alla luce di un momento generale di forte crisi  dell’occupazione e del lavoro".

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Mestre

      Arrivano i cartelli per indicare gli autovelox: "Si accenderanno tra una settimana circa"

    • Cronaca

      Divampa un incendio in appartamento a Santa Marta: soccorse 6 persone intossicate

    • Cronaca

      Il suo ex è stato arrestato due volte per stalking: si trova i finestrini dell'auto distrutti

    • Sport

      Una sconfitta che dà morale: dal fortino turco la Reyer Venezia esce ancora viva

    I più letti della settimana

    • Spessa coltre di fumo in piazza San Marco: fumogeno per coprire la rapina in gioielleria

    • Se n'è andato il re dello spritz: è morto l'ex titolare del bar Galliano di via Piave a Mestre

    • Operata nella notte Francesca Moro, tutto il mondo della boxe si stringe al suo fianco

    • Preso il boss della cocaina a Mestre: "Jack" e soci si intascavano 5mila euro a notte

    • Tragedia nel Naviglio del Brenta in zona San Pietro di Stra: anziano muore annegato

    • Rapina al supermarket, bandito solitario punta la pistola alla cassiera e si fa consegnare i soldi

    Torna su
    VeneziaToday è in caricamento