homemenulensuserclosebubble2shareemailgooglepluscalendarlocation-pinstarcalendar-omap-markerdirectionswhatsappenlargeiconvideolandscaperainywarningdotstrashcar-crashchevron_lefteurocutleryphoto_librarydirectionsshoplinkmailphoneglobetimetopfeedfacebookfacebook-circletwittertwitter-circlewhatsapptelegramcamerasearchmixflagcakethumbs-upthumbs-downbriefcaselock-openlog-outeditfiletrophysent_newscensure_commentgeneric_commentrestaurant_companieslocation-arrowcarbicyclesubwaywalkingicon-cinemaicon-eventsicon-restauranticon-storesunnymoonsuncloudmooncloudrainheavysnowthunderheavysnowheavyfogfog-nightrainlightwhitecloudblackcloudcloudyweather-timewindbarometerrainfallhumiditythermometersunrise-sunsetsleetsnowcelsius

Coses, la Provincia salva 3 dipendenti, per la Zaccariotto: "Un segnale forte"

L'ente assume i lavoratori dell'ex consorzio di ricerca, chiudendo la vertenza nata dopo la sua decisione di uscire dalla partecipazione dello stesso, la presidente esprime soddisfazione

E' giunta infine una risposta concreta, da parte della provincia di Venezia, alla spinosa questione del Coses, l'ex consorzio nato allo scopo di condurre analisi, studi e progetti funzionali all'attività delle amministrazioni pubbliche, facente inizialmente capo a Comune e Provincia. Con l'assunzionione odierna di tre lavoratori provenienti dal consorzio, si chiude un iter piuttosto tortuoso, che ha avuto origine in seguito alla decisione dell’ente provinciale (nel luglio dello scorso anno) di uscire dalla partecipazione del Coses, in linea con le nuove strategie di razionalizzazione e riorganizzazione, volte alla valorizzazione di settori quali l’ambiente o la pianificazione territoriale, ritenuti più coerenti con le proprie funzioni di coordinamento.

I tre dipendenti avevano sostenuto un concorso pubblico e sono stati assunti alle stesse condizioni contrattuali e retributive di tutti gli altri dipendenti provinciali.

Esprime soddisfazione la presidente della Provincia Francesca Zaccariotto: "Si è conclusa un’operazione complessa e molto delicata, che abbiamo seguito fin dall’inizio con grande attenzione, e sulla quale avevamo già espresso fin da subito le nostre intenzioni, quelle di uscire completamente dalla partecipazione al consorzio di ricerca". Ritengo - prosegue - "ci sia stata forse un po’ di confusione all’inizio, con la volontà inizialmente dichiarata da parte del Comune di farsi carico di tutto il personale proveniente dal Coses".

Per noi oggi - incalza - "questo è diventato un impegno aldilà dei numeri e delle effettive necessità dell’ente, potendo assumere a noi servirebbero figure professionali con competenze tecniche specifiche, da inserire in quei settori specialistici dove abbiamo carenza di organico". La Zazzariotto parla delle tre assunzioni come di un  “fuori programma”, tuttavia - sottolinea infine - "abbiamo voluto dare un segnale forte, anche alla luce di un momento generale di forte crisi  dell’occupazione e del lavoro".

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Cronaca

      Terremoto in centro Italia, prosegue il lavoro frenetico nei luoghi della devastazione

    • Cronaca

      Non vuole pagare il biglietto, donna sferra un pugno al volto del controllore Atvo

    • Cronaca

      Panico all'imbarcadero: estrae un coltello e aggredisce un uomo, denunciato

    • Cronaca

      Colpo grosso in laguna: svaligiato Palazzo Pisani Moretta, 50mila euro di refurtiva

    I più letti della settimana

    • Turisti senza ritegno, ora Venezia diventa anche latrina: la foto choc gira sul web

    • Degrado no-stop: un'altra donna fa pipì all'aperto a Venezia, turisti in tenda ai Tolentini

    • Non c'è pace per gli automobilisti, furti in serie nella notte ai veicoli parcheggiati

    • Si masturba in spiaggia davanti ad una donna in bikini: rintracciato, è stato denunciato

    • Noale: fuori di sé nel bar, volano pugni e sedie. Arrivano i carabinieri, finisce in ospedale

    • Fatture false nel commercio di pneumatici, evasione per decine di milioni: 11 denunce

    Torna su
    VeneziaToday è in caricamento