Ostenta tranquillità, ma nasconde nel forno 650 grammi di "maria": in manette

Lo spacciatore, un 23enne domiciliato a Caorle, è stato notato in atteggiamento sospetto vicino alla stazione degli autobus. Sono seguite perquisizione personale e domiciliare

A destare i primi sospetti nelle forze delle ordine erano stati alcuni movimenti nel centro abitato di Caorle, nelle vicinanze dell'autostazione degli autobus. Nella fattispecie, i carabinieri della locale stazione, nella mattinata di lunedì hanno individuato un ragazzo, M.G., 23enne albanese domiciliato nel territorio comunale, conversare con fare sospetto con un noto pluripregiudicato della zona. È lì che sono scattati i primi controlli.

Il 23enne, fermato dai militari, ha cercato di dimostrarsi tranquillo e pulito sin dal principio, ma alcune sue dichiarazioni contradditorie non sono sfuggite agli uomini in divisa, che a seguito di un controllo più approfondito hanno accertato come il giovane, solo qualche giorno prima, fosse stato trovato in possesso di stupefacente. Pur non trovando alcuna traccia di droga dalla perquisizione personale, i carabinieri hanno comunque deciso di continuare l'ispezione nel domicilio del ragazzo.

Durante le operazioni di controllo, i militari sono riusciti a trovare, nascosti nell'intercapedine di un mobile in camera da letto, un bilancino di precisione, cellophane e un coltello a serramanico, con evidenti tracce di stupefacente residuo sulla lama. È bastato poco, poi, per trovare dentro al forno della cucina, all'interno di un piatto, una confezione contenente circa 650 grammi di marijuana. A seguito dei ritrovamenti, il giovane pusher è stato condotto negli uffici della caserma di Caorle, dove è stato dichiarato in arresto, e condotto alla casa circondariale di Pordenone.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Anche nel fine settimana i carabinieri sono stati impegnati sul fronte della prevenzione dei reati legati allo spaccio ed al consumo di sostanze stupefacenti. Nella fattispecie, i militari di Fossalta di Portagruaro hanno denunciato un 44enne portogruarese per il possesso di circa 12 grammi di marijuana, quelli di Concordia Sagittaria, invece, hanno sorpreso uno studente non ancora maggiorenne e un altro giovane nullafacente in possesso di esigua quantità di "maria": i due sono stati segnalati alla Prefettura di Venezia come assuntori di sostanze stupefacenti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • In arrivo forti rovesci e grandinate

  • Un etto di cocaina e 15 mila euro in contanti: 4 arresti

  • Dagli scavi in A4 è emersa un’imponente struttura di epoca romana

  • Pericoloso inseguimento in laguna, giovane sperona la volante: 25enne arrestato

  • Trova il padre senza vita in casa

  • Scomparso da tre giorni, trovato nel canale senza vita

Torna su
VeneziaToday è in caricamento