Sostegno alle famiglie in difficoltà Gli albergatori raccolgono alimenti

L'iniziativa "Jesolo for Food" coinvolge il Comune e varie associazioni del territorio. Lo scopo è quello di aiutare le famiglie del Sandonatese

Raccogliere pacchi di pasta, biscotti e qualsiasi altro tipo di alimento a lunga conservazione che alla fine della stagione estiva è rimasto inutilizzato nelle dispense degli alberghi, per destinarlo alle famiglie colpite dalla crisi. E’ questo l’obiettivo dell’iniziativa “Jesolo for Food”, che si propone così di ampliare ulteriormente “Jesolo Spiaggia Etica”, la raccolta fondi già avviata da alcuni anni sul litorale per sostenere progetti di solidarietà.

“Jesolo for Food” cercherà di rispondere direttamente alle necessità di chi risiede nel territorio e si trova in difficoltà per la grave situazione economica. “I beneficiari del progetto saranno, innanzitutto, le famiglie di Jesolo e, più in generale, tutte le persone del Sandonatese bisognose di assistenza” spiegano i promotori. L’iniziativa è frutto della collaborazione tra la Fondazione Terra d’Acqua Onlus, già promotrice di “Jesolo Spiaggia Etica”, i Giovani Albergatori di Jesolo (Gaja), l’Associazione Jesolana Albergatori (Aja), il Comune di Jesolo e la Fondazione Banco Alimentare.

“Sostenere chi è stato più colpito dalla gravissima crisi che ha travolto certezze e futuro di molti nostri concittadini, è un dovere che come Fondazione Terra d’Acqua non potevamo lasciar cadere – commenta il presidente Paolo Rizzante - Straordinario è stato il consenso ottenuto dai Giovani Albergatori, grazie all'entusiasmo con cui la sua presidente, Elena Fregonese, ha accolto l'iniziativa e l'assessore alle politiche sociali del Comune, Roberto Rugolotto, ha prestato la sua collaborazione. Raccogliere, preservare e, con il sostegno logistico della Fondazione Banco Alimentare, consegnare alle famiglie più bisognose le derrate alimentari altrimenti condannate al deperimento o, peggio, alla discarica, ritengo sia un dovere civico prima ancora che un impegno e una scelta etica”.

I Giovani Albergatori hanno già avviato la campagna di sensibilizzazione tra i propri associati per coinvolgere il maggior numero di strutture. La raccolta delle derrate alimentari si svolgerà tra metà settembre e la fine di ottobre. “Spiaggia Etica si amplia e noi Giovani Albergatori con questa iniziativa, ancora una volta rivolta al sociale, guardiamo al nostro territorio – spiega Elena Fregonese, presidente di Gaja - Si tratta di un progetto semplice, alla portata di tutti che, pur non richiedendo grandi sforzi, siamo certi porterà a dei risultati ottimi”. La Fondazione Banco Alimentare si occuperà della distribuzione degli alimenti.

L’amministrazione comunale di Jesolo fornirà il supporto per la raccolta degli alimenti e definirà le famiglie destinatarie, d’accordo con il Banco Alimentare e con eventuali altri soggetti. “Come Amministrazione comunale abbiamo già in essere dei progetti di raccolta sempre con il Banco Alimentare. Questa iniziativa – commenta Roberto Rugolotto, vicesindaco e assessore alle politiche sociali – rappresenta una occasione in più che ha anche il pregio di mettere in sinergia gli sforzi di più soggetti. Condividere gli obiettivi e collaborare insieme penso sia il modo migliore per poterli raggiungere. Un ringraziamento a tutti coloro che hanno voluto promuovere questa iniziativa”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sorpresi a fare sesso in strada, multa di 20mila euro

  • Centri autorizzati assistenza fiscale (Caaf) e Caf: indirizzi delle sedi a Venezia

  • Spara e uccide l'ex marito della compagna: arrestato

  • "Reato di procurato allarme": presentato un esposto contro il presidente Luca Zaia

  • Controlli più restrittivi su chi torna da fuori Europa: la nuova ordinanza regionale

  • Ratti e scarsa igiene: chiuso ristorante etnico di Dolo

Torna su
VeneziaToday è in caricamento