Portogruaro: in nemmeno due giorni 19enne evade dai domiciliari, arrestata

La giovane era stata fermata dalla polfer dopo aver tentato di rapinare un'anziana in via Castello. Residente in Friuli, al controllo degli agenti non c'era. In serata è tornata dal suo "giro"

Lei e il suo fidanzato, L.I., 23enne di Cinto Caomaggiore, il 18 aprile avevano rubato una borsetta a un'anziana, strappandogliela di dosso addirittura con un morso. La 19enne, dai capelli rossi, era stata però pedinata da alcuni passanti che avevano assistito alla scena in via Castello e segnalata alla polfer. M.S. è stata fermata su un treno diretto a Venezia. Dopo ore di mutismo in caserma, alla fine in serata si era decisa a fare il nome del compagno e ad ammettere tutto. Di fronte alla confessione, a M.S. erano stati concessi gli arresti domiciliari nella casa dei suoi genitori in Friuli.

Nel corso di un controllo realizzato ieri sera dalla polizia ferroviaria si è accertato che la ragazza non era più nell'abitazione. Avviate le ricerche, la 19enne ha fatto poi sapere di essere tornata. È stata, quindi, arrestata dagli agenti, ed è stata denunciata per evasione alla procura di Udine e, nel frattempo, la procura di Venezia ha emesso l’ordine di carcerazione nei suoi confronti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Poca neve a Venezia, poi la pioggia

  • Un bambino sparito dopo scuola è stato ritrovato dopo ore di ricerche

  • Contro un albero e giù nel fosso: muore un 43enne

  • Trovato il corpo senza vita di Paolo Tramontini

  • Il sindaco Brugnaro risponde alle polemiche di Celentano: «L'ho invitato qui»

  • Violento scontro fra furgone e trebbiatrice sulla Triestina

Torna su
VeneziaToday è in caricamento