giovedì, 02 ottobre 23℃

Quindicenni inghiottiti dal mare mosso a Ca' Roman, salvati in extremis

Due giovani, uno di Oderzo, uno di Vittorio Veneto, in gita con la classe, hanno deciso di fare un bagno in condizioni difficili. La corrente e le onde non permettevano loro di tornare a riva

Gabriele Vattolo 26 giugno 2012

Un azzardo che avrebbe potuto finire in tragedia. Due 15enni, uno di Vittorio Veneto, uno di Oderzo, sono stati salvati dalla capitaneria di porto di Chioggia mentre rischiavano di affogare nell'area di Ca' Roman. I giovani si trovavano sulla spiaggia di Pellestrina in occasione di una gita con alcuni compagni di classe e alcuni insegnanti.

 

Annuncio promozionale

Verso le 12 la decisione di tuffarsi in acqua, nonostante le condizioni del mare fossero difficili. Subito la corrente e le onde hanno messo in difficoltà in bagnanti, che si trovavano abbastanza lontano dalla riva. Uno dei due, più abile nel nuoto, ha tentato anche di trascinare l'altro compagno, ma senza successo. Immediato l'allarme lanciato dai docenti.

Sul posto è arrivato in pochi minuti un battello pneumatico della guardia costiera, già in servizio di pattugliamento in zona. I soccorritori si sono tuffati in acqua con cima e galleggiante mettendo in salvo i due giovani, giunti ormai allo stremo. Dopo essere stati recuperati, i quindicenni sono stati trasportati a Chioggia, dove un'ambulanza era già in attesa in piazzetta Vigo per effettuare le prime cure. Nonostante lo spavento, però, le condizioni dei ragazzi erano buone.

Pellestrina
Ca' Roman
mare
Pellestrina

Commenti