Ragazzini a spasso per Venezia: erano già stati denunciati poche ore prima

Quattro minorenni sono stati fermati martedì sera: «stiamo andando a trovare degli amici»

Quattro ragazzini, tutti tra i 15 e i 16 anni di Mestre e Chirignago, che passeggiavano insieme lungo Fondamenta delle Zattere a Venezia. «Stiamo andando a trovare degli amici», si sono giustificati di fronte ai carabinieri che, martedì sera, li hanno fermati. E, al momento di identificarli, i militari hanno scoperto che due di loro erano già stati denunciati qualche ora prima, nel pomeriggio, a Marghera. 

Per questi ultimi due, quindi, doppia denuncia in un giorno per la violazione dei limiti sugli spostamenti imposti con l'emergenza Coronavirus, e una denuncia è arrivata anche per gli altri due amici che si trovavano con loro. Altri cittadini, in tutta la provincia, sono finiti nei guai perchè trovati lontano dalle loro case senza un valido motivo. A Cavarzere, invece, i carabinieri e la polizia locale sono intervenuti all'ufficio postale dove una trentina di persone attendeva di entrare senza rispettare le distanze di sicurezza. Tutti sono stati invitati a mettersi in fila nel modo corretto.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuova ordinanza in Veneto: la mascherina non sarà più sempre obbligatoria

  • «Ha fotografato le mie bimbe in vaporetto»: nel telefono la polizia trova decine di foto di minori

  • Bacaro chiuso 5 giorni per violazione delle norme anti-Covid

  • Ecco i divieti che resteranno in vigore anche dopo il 3 giugno

  • Coda verso Venezia al mattino. Pressione sui mezzi nel corso della giornata

  • Incendio ad un'azienda agricola in Riviera

Torna su
VeneziaToday è in caricamento