menulensuserclosebubble2shareemailgoogleplusstarcalendarlocation-pinwhatsappenlargeiconvideolandscaperainywarningdotstrashcar-crashchevron_lefteurocutleryphoto_librarydirectionsshoplinkmailphoneglobetimetopfeedfacebookfacebook-circletwittertwitter-circlewhatsappcamerasearchmixflagcakethumbs-upthumbs-downbriefcaselock-openlog-outeditfiletrophysent_newscensure_commentgeneric_commentrestaurant_companiessunnymoonsuncloudmooncloudrainheavysnowthunderheavysnowheavyfogfog-nightrainlightwhitecloudblackcloudcloudyweather-timewindbarometerrainfallhumiditythermometersunrise-sunsetsleetsnowcelsius

Tentata violenza sessuale di gruppo, diciassettenne in manette al Lido

Il fatto sarebbe accaduto in un tratto di arenile poco distante dall'Hotel Excelsior. Tre adolescenti si sarebbero avvicinati a due ragazzine che stavano facendo il bagno e le avrebbero molestate

Adolescenti. Estate. Spiaggia. Un mix che a volte può essere "esplosivo". Come è accaduto ieri al Lido di Venezia, a poca distanza dalla spiaggia dell'Hotel Excelsior. La vicenda ha ancora contorni sfocati, ma il punto fermo è che un diciassettenne è stato arrestato per tentata violenza sessuale di gruppo. I fatti sarebbero accaduti ieri pomeriggio verso le 17, quando tre adolescenti di origine marocchina, più o meno coetanei, si sarebbero avvicinati a due giovani, sempre adolescenti, che si trovavano in acqua. Su ciò che accade dopo sta indagando la polizia. Secondo quanto denunciato dalla madre di una delle due ragazze, i tre si sarebbero avvicinati per poi lasciarsi andare e "toccarle". Non si sa se solo uno di loro si sia macchiato di questa condotta o anche gli altri due. Forse, ma su questo elemento gli inquirenti stanno ancora tentando di fare luce, si sarebbero spinti anche oltre ai palpeggiamenti.

Le ragazze hanno quindi chiesto aiuto alla madre di loro, che a sua volta ha allertato il bagnino, che è riuscito a fermare il diciassettenne. Gli altri amici, intuendo che la situazione si stava mettendo male, sono riusciti a scappare. Dopo l'arrivo di una volante lagunare e di un agente del posto di polizia del Lido, il giovane è stato portato negli uffici della questura.

 

Avendo ascoltato la versione delle due ragazze, gli inquirenti hanno ritenuto gli elementi in loro possesso sufficienti per arrestare il giovane, d'accordo con la Procura dei minori. Dovrà rispondere dell'accusa di tentata violenza sessuale di gruppo. Le indagini proseguono per individuare anche gli altri due componenti del trio, anche loro minorenni, e per stabilire i "ruoli" che ognuno ha avuto nella vicenda.

Potrebbe interessarti

Commenti

    Più letti della settimana

    • Cronaca

      E' stata la volpe. Il responso degli esami sugli animali morti: "Ci sono solo ferite da morso"

    • Cronaca

      Allarme bomba all'aeroporto di Venezia, ma erano delle canne da pesca

    • Cronaca

      Inseguimento di 40 minuti in Riviera: tenta anche di speronare tre volte i carabinieri

    • Cronaca

      Tragedia a Cavallino-Treporti, il mare restituisce un cadavere: ipotesi suicidio

    Torna su