Paura all'ufficio postale: due persone armate di pistola entrano e minacciano i dipendenti

È successo in via Bottenigo a Catene. L'incursione a scopo di rapina venerdì mattina, poi la fuga. Intervento della polizia che ha ascoltato i testimoni per risalire agli autori

Incursione armata nell'ufficio postale "Marghera 2", a Catene. Proprio all'inizio di via Bottenigo, all'angolo con via Catene. Un tentativo di rapina, visto che i responsabili alla fine se ne sono andati a mani vuote. Fatto sta che la mattina di venerdì due banditi si sono presentati nell'ufficio con una pistola in mano e hanno subito messo in chiaro le proprie intenzioni. Avrebbero minacciato i dipendenti e chiesto loro di consegnare i soldi.

Tutto nel giro di pochi istanti. Qualcosa però è andato storto e i due hanno fatto dietrofront e sono fuggiti. Pare a bordo di un'automobile parcheggiata a pochi metri di distanza. "Li ho visti correre verso una macchina ferma in via dei Tulipani - racconta un testimone - anche se inizialmente non avevo pensato a una rapina. Indossavano qualcosa in testa, i volti erano parzialmente travisati. Mi hanno detto poi che c'è stata una rapina".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sul posto, una volta lanciato l'allarme, si sono portate almeno due volanti della polizia. Gli agenti hanno avviato le indagini raccogliendo le testimonianze dei dipendenti. Fortunatamente nessuno si è fatto male, tanto che non è stato necessario l'intervento dei soccorsi del 118. Intanto sulla porta d'ingresso è stato collocato un cartello che avverte della chiusura dell'ufficio per tutto il giorno. Gli agenti hanno ascoltato diverse persone, compresi alcuni tra i pochi clienti che si trovavano all'interno della struttura. Un testimone che si trovava all'esterno ha dichiarato che uno dei delinquenti stazionava sulla porta scorrevole d'ingresso, mentre l'altro si sarebbe insinuato all'interno: "Forse per tenersi aperta la via di fuga", ha ipotizzato. La presenza delle forze dell'ordine e l'ufficio postale chiuso ha attirato l'attenzione di diversi passanti: "Mi ha avvertito un cliente - racconta il gestore di un tabaccaio adiacente - doveva andare alle Poste ma ha trovato l'ufficio chiuso. Gli hanno fatto segno con le dita della pistola e ha capito che c'era stata una rapina. Noi non ci eravamo accorti di nulla".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Finiscono in acqua dal vaporetto, morte due donne

  • Addio ad Ambra, morta a 31 anni

  • Bollettino contagi e ricoveri per Covid-19 domenica mattina, regione e provincia

  • Coldiretti Venezia: si raccolgono adesioni per il lavoro in campagna

  • Bollettino serale, registrati tre decessi in provincia

  • Il bollettino Covid-19 del 3 aprile sera: ancora morti, calano i ricoveri

Torna su
VeneziaToday è in caricamento