Rifiuta la droga, gli puntano il coltello alla gola e lo derubano: due in manette

La rapina sabato sera in via Dante a Mestre ai danni di un 38enne italiano. I due spacciatori, che lo hanno derubato dopo avergli offerto dello stupefacente, sono stati arrestati

Stava passeggiando tranquillamente in via Dante a Mestre quando, nei pressi del sottopasso, è stato avvicinato da due individui di origine tunisina.

I due malintenzionati, H.S. e S.B., rispettivamente di 27 e 24 anni, hanno tentato di vendere all'uomo, un 38enne italiano, della droga. Al suo rifiuto i due spacciatori hanno estratto dalla tasca un coltello e lo hanno puntato alla gola dell'uomo, intimandogli di consegnare il denaro che aveva con sè. A quel punto, con i 50 euro sottratti alla vittima, i loschi figuri hanno liberato l'italiano finendo per stazionare poco distante. A quel punto il malcapitato ha avvisato la polizia e ha fornito loro una descrizione dettagliata dei ladri. Sul posto si sono portate due volanti degli agenti che li hanno immediatamente identificati.

Nella tasca di uno dei due le forze dell'ordine hanno rinvenuto il contante appena rubato. I due, identificati e riconosciuti già con precedenti per spaccio e reati contro il matrimonio, sono stati quindi ammanettati e portati in carcere.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I dati aggiornati sul contagio in Veneto e in provincia

  • Aggiornamenti serali su contagi e ricoveri in provincia di Venezia e in Veneto

  • Ricoveri e decessi, gli aggiornamenti del 24 marzo sera

  • Quasi 6000 positivi al coronavirus in Veneto, altri morti in provincia

  • Quasi 900 positivi in provincia, altri 2 morti all'ospedale di Dolo

  • Mutui per prima casa sospesi dai decreti Conte ma alcune banche trattengono la rata

Torna su
VeneziaToday è in caricamento