Prostituta picchiata e rapinata finisce all'ospedale, un arresto

In manette un uomo di 34 anni che ha derubato la giovane. Prima aveva anche creato problemi in un ristorante

Era completamente ubriaco: prima ha seminato il caos all'interno di un ristorante e poi ha malmenato una prostituta e l'ha derubata. La «notte brava» di un 34enne romeno è finita in carcere. L'uomo è stato arrestato dalla polizia locale a Marghera, poco dopo aver rapinato una giovane sudamericana. 

Le botte

Tutto è cominciato all'interno di un locale, dove l'uomo ha infastidito i clienti. Per questo è stato allontanato e, a piedi, si è diretto in via Fratelli Bandiera. All'incrocio con via del Lavoratore ha incrociato una prostituta e ha tentato un approccio. L'obiettivo, però, non era contrattare una prestazione sessuale ma derubarla. La giovane, nonostante le botte, è riuscita a resistere e a tenersi stretta la borsetta, ma il 34enne le ha portato via il cellulare.

L'arresto

Poco dopo è stato rintracciato dalla polizia municiapale e ha tentato di aggredire anche gli agenti, danneggiando poi con calci e testate l'auto con la quale è stato accompagnato in carcere. La donna è stata portata al pronto soccorso, dal quale è stata dimessa con una prognosi di otto giorni. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Primo caso di Coronavirus nel Veneziano: è un 67enne di Mira

  • Aumentano i casi positivi al coronavirus: aggiornamenti

  • Coronavirus, cresce il numero dei contagiati: 43 in Veneto, 6 solo a Venezia

  • Coronavirus, inizia la settimana più lunga: gli aggiornamenti

  • L'ordinanza del ministero della Salute e del presidente della Regione Veneto

  • Coronavirus: l'ordinanza per i Comuni colpiti del Veneto

Torna su
VeneziaToday è in caricamento