Rapina al Tronchetto: la vittima colpita con una pistola. Telecamere al setaccio

Gli investigatori si preparano a sentire il 60enne, che è ancora ricoverato all'ospedale

Lo hanno colpito alla testa con il calcio della pistola e poi lo hanno derubato del trolley che conteneva decine di migliaia di euro. I carabinieri hanno acquisito i filmati registrati dalle telecamere di sorveglianza del parcheggio del Tronchetto e in queste ore li stanno analizzando per cercare di dare un'identità ai due rapinatori che martedì all'ora di pranzo hanno derubato un 60enne veneziano. 

L'uomo, che lavora nel settore dei trasporti, è ancora ricoverato in ospedale e probabilmente sarà sentito dagli investigatori nella giornata di mercoledì. Dalle prime dichiarazioni che ha reso subito dopo la rapina, sembra che la coppia di banditi possa essere italiana e non è escluso che i due conoscessero la vittima. Di sicuro, sapevano cosa c'era dentro la valigia e hanno seguito il 60enne per derubarlo, ma restano ancora dei dubbi sul fatto che possa esserci qualche legame o una conoscenza precedente tra la coppia e l'uomo. I carabinieri della stazione scali e del nucleo investigativo stanno indagando nel massimo riserbo.

Potrebbe interessarti

  • Il Cibo del Risveglio: il convegno nazionale su come vivere fino a 120 anni

  • Consigli anti stress per il rientro dalle vacanze

  • Memoria olfattiva: cos'è e come viene sfruttata dal marketing

I più letti della settimana

  • Schianto auto-moto, due all'ospedale. Bloccato l'autista, guidava ubriaco

  • Auto in canale a Jesolo, morta una donna

  • Un bambino salvato sulla spiaggia a Jesolo

  • Festival Show fa tappa a Mestre con Lo Stato Sociale, Dolcenera, Fausto Leali e tanti altri

  • Schianto tra un'auto e una moto lungo la Romea: un ferito grave e traffico nel caos

  • Due bagnini indagati per l'annegamento a Jesolo

Torna su
VeneziaToday è in caricamento