Renzi a Venezia ma non in Riviera: "E i soldi per la ricostruzione?"

I sindaci di Dolo, Pianiga e Mira ribadiscono la necessità di fondi per rimettere in piedi le zone distrutte dal tornado. "Aspettiamo da mesi, ancora nulla"

Più di tre mesi sono passati dal disastro in Riviera del Brenta, ma ancora di fondi non c'è l'ombra. Le famiglie e le aziende colpite dal tornado dell'8 luglio ne hanno bisogno per ripartire, e la visita del premier Matteo Renzi è l'occasione per ricordare l'emergenza. Come riporta il Gazzettino, i sindaci di Dolo, Pianiga e Mira fanno fronte comune nel lanciare un nuovo appello: "Servono soldi per ricostruire".

LA MANO TESA DI RENZI A BRUGNARO: "IL GOVERNO E' PRONTO A FARE LA PROPRIA PARTE SU VENEZIA"

RENZI ATTESO TRA SPERANZE E PROTESTE: SIT IN A CA' FARSETTI

Che il presidente del Consiglio venga in visita o meno, in realtà, poco cambia, anche se un suo sopralluogo era atteso già nelle settimane successive al tornado. Invece dopo la telefonata di solidarietà ai sindaci dei tre Comuni non se ne era più fatto nulla, a parte la visita del ministro alle Infrastrutture Graziano Delrio. Anche stavolta non ci sono state comunicazioni della segreteria di Renzi in merito, quindi difficilmente venerdì vedremo il premier in Riviera prima o dopo il suo intervento a Venezia.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Fatto sta che l'invito dei sindaci a prendersi carico dei problemi dell'area è forte e chiaro. Alberto Polo, primo cittadino di Dolo, ripete che il Governo deve pensare ai fondi per la ricostruzione. Alvise Maniero, di Mira, si chiede come mai ci siano 500 milioni per la Sicilia ma neanche una lira per le nostre zone: anzi, Renzi potrebbe spiegare perché le attività produttive colpite, oltre a ricostruire i capannoni per salvare occupazione e produzione, debbano pagarci sopra le tasse. Infine Massimo Calzavara, di Pianiga, insiste nel chiedere che nella legge di Stabilità ci si ricordi della Riviera con un provvedimento atteso da mesi. Se proprio non possono esserci quegli 80 milioni chiesti, che siano anche meno ma che ci siano. Perché i citttadini della Riviera hanno diritto ad un sostegno dallo Stato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • In arrivo forti rovesci e grandinate

  • Un etto di cocaina e 15 mila euro in contanti: 4 arresti

  • Dagli scavi in A4 è emersa un’imponente struttura di epoca romana

  • Pericoloso inseguimento in laguna, giovane sperona la volante: 25enne arrestato

  • Trova il padre senza vita in casa

  • Scomparso da tre giorni, trovato nel canale senza vita

Torna su
VeneziaToday è in caricamento