L'esposto sulla chiesa di San Clemente, la proprietà: "Tornerà all'originario splendore"

La Permak Investements: "La società è intervenuta con un rilevante programma di ristrutturazione e restauro di tutti gli edifici dell'isola, compresa la chiesa"

Non si è fatta attendere la risposta della Permak Investements dopo l'esposto presentato dal presidente del comitato CMP a difesa del cittadino, Luigi Corò, su presunti "inspiegabili depauperamenti all'interno della chiesa di San Clemente a Venezia". Il comitato aveva puntato il dito su alcune sparizioni, chiedendo ai carabinieri del Nucleo di tutela del patrimonio artistico di intervenire per accertare cosa fosse accaduto. 

"La Permak Investements è subentrata nella gestione dell'isola di San Clemente e del relativo complesso immobiliare nel 2013 - precisa in una nota la società - divenendone proprietaria esclusiva solo nel 2016. La società è intervenuta con un rilevante programma di ristrutturazione e restauro di tutti gli edifici dell'isola, compresa la chiesa, di cui è stata completamente ripristinata al copertura e la struttura esterna e su cui sono state eseguite tutte le necessarie opere di consolidamento, conservazione e messa in sicurezza, sempre con l'assenso della Soprintendenza di Venezia".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La società sottolinea inoltre che gli interventi (alcuni contestati dal comitato) hanno permesso di rendere visitabile l'edificio. Di più: sono stati recuperati e riportati in loco tutti gli arredi e le opere che in origine adornavano la chiesa, attivandosi anche per il restauro e il recupero degli affreschi e delle opere pre-esistenti: "L'iniziativa, per la delicatezza delle opere oggetto di intervento, è ad oggi ancora in corso di esecuzione, ma si confida venga definita in un tempo ragionevolmente rapido, consentendo così di riportare la chiesa di San Clemente all'originario splendore", conclude la nota.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuova ordinanza in Veneto: la mascherina non sarà più sempre obbligatoria

  • Dagli scavi in A4 è emersa un’imponente struttura di epoca romana

  • Bacaro chiuso 5 giorni per violazione delle norme anti-Covid

  • Incendio ad un'azienda agricola in Riviera

  • Dal primo giugno tutto il personale Actv torna in servizio

  • Casa del sesso in centro a Mestre: arrestata una donna

Torna su
VeneziaToday è in caricamento