Rifiuti sospetti provenienti dall'edilizia in Via della Ferrovia a Spinea

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di VeneziaToday

Riceviamo e pubblichiamo:

Via della Ferrovia nota a tutti per la frequenza in cui vengono abbandonati rifiuti di ogni genere torna ancora una volta come area dedita allo scarico abusivo di inerti provenienti dall’edilizia. 

Questa è la scena che hanno trovato gli uomini del reparto operativo dei Rangers D’Italia una volta giunti sul posto in seguito ad una segnalazione proveniente da un cittadino. Purtroppo non è la prima volta che i cittadini si rivolgono ai Rangers D’Italia per segnalare situazioni di degrado ambientale o pericolo dato da quanto abbandonato sulle loro strade. L’area nota ormai da anni è stata più volte nel tempo oggetto di abbandono di rifiuti di ogni genere. 

L’intervento Stante i rilievi eseguiti, la pattuglia intervenuta ha potuto accertare nell’immediatezza come vi sia presente un grande cumulo di detriti versati direttamente al suolo (non meno di quindici quintali di ignoti calcinacci e frammenti di cemento di vario genere). Rifiuti che adesso per lo smaltimento, stante l’impossibilità di conoscerne l’origine data l’ignota provenienza come per tutti quelli denunciati nel corso degli ultimi anni, necessitano di una analisi chimica specifica per escluderne all’interno degli stessi la presenza di amianto (ricordiamo come molte volte proprio all’interno dei vari cumuli vengono frantumati manufatti o tubazioni in fibrocemento contenente componente pericoloso e cancerogeno come l’ASBESTO). 

Compreso e messo ancora una volta tutto per iscritto, il documento è stato inviato preso gli uffici competenti per l’ambiente del Comune di Spinea dove per competenza saranno eseguite tutte le analisi richieste per legge con il successivo smaltimento del rifiuto nei termini e modi previsti come dal Testo Unico Ambientale. 

Rifiuti e cani liberi a Spinea Purtroppo si registra un aumento delle segnalazioni di abbandono dei rifiuti come a volte la presenza di cani liberi nelle strade senza essere accompagnati dai rispettivi proprietari. Desideriamo ricordare ancora una volta come, se da una parte vi siano leggi che puniscono severamente chi abbandona rifiuti speciali e pericolosi in maniera incontrollata, dall’altra ve ne sono altre che puniscono per l’abbandono degli animali da affezione come i cani che in questi giorni vengono avvistati liberi sul nostro suolo pubblico. 
 
 

Torna su
VeneziaToday è in caricamento