Sbloccati 84 milioni per Venezia: arrivano i primi rimborsi

Brugnaro: «Pronti a erogare risarcimenti a 6.916 tra privati e imprese per i danni dell'acqua alta del 12 novembre scorso». Nei prossimi giorni le verifiche e le tempistiche

Sportello acqua alta, archivio

Sbloccati dal Consiglio dei ministri 84 milioni di euro per Venezia giovedì sera. Il commissario straordinario Luigi Brugnaro: «Pronti ad erogare i primi rimborsi a 6.916 tra privati e imprese come risarcimento dei danni subiti con l'acqua alta del 12 novembre scorso e ad avviare altri 37 milioni di euro di cantieri per il ripristino della città».

Richieste

Giovedì 30 gennaio chiuso il periodo per il caricamento delle richieste. «Dopo una prima ricognizione sui dati raccolti, il 4 febbraio ho trasmesso al dipartimento della protezione civile in presidenza del Consiglio dei ministri il piano degli interventi con le iniziative di immediata urgenza unitamente alle domande di privati ed imprese». Ai 20 milioni stanziati dal Consiglio il14 novembre 2019 contemporaneamente alla dichiarazione dello stato di emergenza, con la delibera di giovedì 13 febbraio sono stati finanziati altri 37.093.676,59 e 46.953.619,00 euro.

Risorse

Quest'ultimo è il dato ricavato dalle 6.916 domande presentate attraverso la procedura telematica, rispettivamente da 3.658 privati, per un importo di 9.820.300,00 euro e 3.258 imprese per complessivi 37.133.319,00 euro. Per le prime misure di immediato sostegno nei confronti della popolazione e delle attività produttive, infatti, erano previste le soglie di 5.000 euro per i privati e 20.000 euro per le attività sociali di culto, economiche e produttive.

Interventi

«Con le altre risorse avvieremo nuovi lavori di ripristino con le società Insula, Avm, Veritas, Comune di Venezia per le scuole, le sedi istituzionali, i musei, la viabilità acquea della città storica e delle isole, Città Metropolitana, Fenice, Musei Civici e provveditorato alle Opere Pubbliche del Triveneto. Voglio ringraziare il premier Giuseppe Conte per il sostegno dimostrato già nelle ore immediatamente successive alla tragedia, e il capo del dipartimento della protezione civile Angelo Borrelli che ha seguito le fasi della gestione emergenziale. Poter dire che, a distanza di soli 10 giorni dalla richiesta di finanziamento, abbiamo ricevuto i primi stanziamenti a parziale copertura dei danni subiti dai cittadini e delle imprese, dimostra che con l’impegno, la determinazione e la leale collaborazione tra enti, nessuna sfida è impossibile». Nei prossimi giorni, fatte le doverose verifiche, anche con il supporto della guardia di finanza, la struttura commissariale comunicherà da quando verranno erogati i rimborsi, una volta ricevuti tutti i corrispettivi richiesti».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Primo caso di Coronavirus nel Veneziano: è un 67enne di Mira

  • Coronavirus, i dati aggiornati

  • Aumentano i casi positivi al coronavirus: aggiornamenti

  • Coronavirus, inizia la settimana più lunga: gli aggiornamenti

  • L'ordinanza del ministero della Salute e del presidente della Regione Veneto

  • Hanno partecipato al Carnevale di Venezia: scatta la quarantena nel Salernitano

Torna su
VeneziaToday è in caricamento