Spiagge di Jesolo, ripascimenti per migliaia di euro: «Sarà una stagione perfetta»

Il sopralluogo dell'assessore regionale all’Ambiente e Difesa del Suolo Gianpaolo Bottacin, sabato, per verificare lo stato dei lavori

Foto: L'assessore Gianpaolo Bottacin a Jesolo sabato

Sarà una stagione balneare perfetta. A garantirlo, dopo il sopralluogo sul litorale jesolano sabato, l'assessore regionale all’Ambiente e Difesa del Suolo Gianpaolo Bottacin, che ha verificato lo stato degli interventi di ripascimento effettuati.

Gli investimenti

L'assessore era a Jesolo per la cerimonia di consegna dell'assegno di solidarietà per il maltempo donato dal gruppo di motociclisti della Harley Chapter Veneto (che hanno raccolto oltre 9 mila euro per i territori colpiti dalle calamità dello scorso autunno). Bottacin ha approfittato della presenza dei consiglieri comunali Alberto Carli, Fabio Visentin e Venerino Santin che lo hanno accompagnato in alcuni siti della spiaggia prima dell’avvio della stagione balneare. L’ambito più critico del litorale è quello orientale che negli ultimi decenni è stato soggetto a un progressivo fenomeno erosivo, causato principalmente dalla riduzione del trasporto solido proveniente dalla foce del Piave: «In tale area durante l'inverno i nostri uffici hanno provveduto al rifiorimento di quattro pennelli a mare - spiega Bottacin - per fornire protezione al tratto di spiaggia esposto alle mareggiate, operazione per la quale sono stati già investiti oltre 400mila euro». Altri interventi sempre nel litorale est rimangono invece in capo ai soggetti privati nell’ambito dell’accordo di programma “Progetto Aldabra”.

Altri lavori

«Prima dell’avvio della prossima stagione balneare abbiamo inoltre individuato un nuovo intervento manutentivo dell’arenile, per il quale sono stati impegnati 330 mila euro. Prevede l’apporto complessivo di 38.500 metri cubi di sabbie, di cui 20.000 provenienti dal dragaggio alla foce del Sile e 18.500 da terra, destinati alla ricomposizione della fascia costiera. È anche in corso la messa in sicurezza dello specchio acqueo di fronte all’ex concessionario “fondazione Marzotto”, per l’importo di ulteriori 50 mila euro, ove insistono alcuni relitti di vecchie opere, ammalorate e pericolose, per la presenza di ferri affioranti in spiaggia. Non va poi dimenticato – conclude l’assessore - che a seguito delle avversità dello scorso autunno abbiamo previsto un intervento dell’importo di 2,5 milioni di euro per la riorganizzazione del sistema di difesa orientale. Grazie al lavoro del presidente Luca Zaia con il governo, abbiamo già reperito le risorse sia per questo intervento che per il ripascimento del litorale di Cortellazzo con la manutenzione di circa 800 metri di arenile antistante la pineta, del valore di 1,3 milioni di euro, lavori che le nostre strutture avvieranno a brevissimo».
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trovata senza vita Bruna Basso, era scomparsa da mercoledì

  • Marea record, Venezia completamente sott'acqua

  • Il disastro dell'acqua alta: incendi e barche affondate, rive e edifici danneggiati

  • Diciotto chili di marijuana nell'officina, «titolare» in manette

  • Madre e figlio trovati morti a Venezia: sospetta intossicazione da monossido

  • Come "l'acqua granda" del 1966. Due morti a Pellestrina

Torna su
VeneziaToday è in caricamento