Rissa in campo Santa Margherita, arrivano polizia e carabinieri

La zuffa domenica sera tra un gruppo di persone di origini nordafricane vicino a un distributore di sigarette. Intervengono le forze dell'ordine

Rissa in campo Santa Margherita. L'ennesima, nonostante sotto il fronte dell'ordine pubblico l'estate appena trascorsa si sia caratterizzata per diversi controlli delle forze dell'ordine, anche con l'aiuto dei cani antidroga. Sequestri e denunce non sono mancati, fatto sta che questa è la zona di ritrovo per antonomasia in laguna, dunque grande numero di persone porta gioco forza anche a possibili litigi e diverbi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Com'è accaduto nella tarda serata di domenica, quando verso le 23.20 alcuni residenti hanno telefonato sia a polizia, sia a carabinieri per una rissa scoppiata tra un gruppo di cittadini di probabili origini magrebine. Sono urla e botte da orbi, nelle vicinanze di un distributore automatico di sigarette. Un parapiglia che ha indotto chi stava assistendo alla scena a far intervenire le forze dell'ordine: sul posto dopo pochi minuti alcune pattuglie dei militari dell'Arma, oltre che una volante della questura. I facinorosi, però, consci che le urla avevano attirato l'attenzione di altra gente, hanno preferito tagliare la corda prima che potessero essere bloccati dalle forze dell'ordine. In quel caso sarebbero stati tutti identificati e soprattutto sarebbe stata controllata la presenza o meno del permesso di soggiorno. I litiganti dunque devono aver fatto due conti optando per una ritirata generale. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Finiscono in acqua dal vaporetto, morte due donne

  • Addio ad Ambra, morta a 31 anni

  • Bollettino contagi e ricoveri per Covid-19 domenica mattina, regione e provincia

  • Coldiretti Venezia: si raccolgono adesioni per il lavoro in campagna

  • Bollettino serale, registrati tre decessi in provincia

  • Il bollettino Covid-19 del 3 aprile sera: ancora morti, calano i ricoveri

Torna su
VeneziaToday è in caricamento