"Ci stanno picchiando": rissa in campo Santa Margherita, sul posto arrivano i carabinieri

E' accaduto nella notte tra giovedì e venerdì. Due veneziani sui 35 anni hanno chiesto l'intervento delle forze dell'ordine. Gli altri litiganti si sono poi allontanati. Traumi lievi

"Ci stanno picchiando, intervenite". La telefonata è partita nella notte tra giovedì e venerdì da campo Santa Margherita, quando due veneziani sui 35 anni hanno allertato le forze dell'ordine per una rissa in cui loro pare che stessero avendo la peggio. Sul posto si sono portati i carabinieri, ma per fortuna l'episodio non ha avuto conseguenze gravi.

Anzi, la coppia non ha nemmeno avuto bisogno di ricorrere alle cure dei sanitari del 118. Al momento dell'arrivo degli uomini in divisa, verso le 2, dei presunti aggressori non c'era più nessuna traccia. Si erano allontanati evidentemente capendo che se avessero continuato il diverbio sarebbero potuti finire nei guai. Coloro che hanno allertato le forze dell'ordine hanno comunque confermato ciò che era accaduto: per futili motivi quatto o cinque persone se la sarebbero presa con loro, passando poi alle mani. Almeno secondo il loro racconto.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Una volta chiarita la vicenda, i carabinieri hanno spiegato le rispettive facoltà di legge ai 2 veneziani: nel caso possono presentare denuncia dell'accaduto in caserma. L'episodio comunque è apparso circoscritto e non troppo grave.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Gli aggiornamenti sul contagio in Veneto e in provincia la sera dell'1 aprile

  • Addio ad Ambra, morta a 31 anni

  • Ricoveri e decessi: gli aggiornamenti del 31 marzo sera

  • Bollettino contagi e ricoveri per Covid-19 domenica mattina, regione e provincia

  • Ricoveri e decessi, gli aggiornamenti di oggi

  • Il bollettino Covid-19 del 3 aprile sera: ancora morti, calano i ricoveri

Torna su
VeneziaToday è in caricamento