Se le danno di santa ragione con tubi e vanghe in centro a Jesolo: 2 all'ospedale

Una rissa scattata vicino a Piazza Brescia, probabilmente per motivi legati al controllo del territorio dello spaccio. Sul posto sono intervenuti carabinieri e polizia

Pale e tubi di metallo. Come riportano i quotidiani locali se le sono date di santa ragione pochi giorni fa a Jesolo, non lontano da piazza Brescia. Una rissa che avrebbe all'origine una diatriba per il controllo del territorio dello spaccio sul litorale. Un vero e proprio parapiglia tra gang rivali.

Si è trattato di uno scontro 5 contro 2. Ad avere la peggio, evidentemente, sono stati i delinquenti in minoranza, un albanese e un senegalese poi finiti in ospedale: si trovavano, secondo una prima ricostruzione, all'altezza delle docce, tra gli hotel Delfino e Orizzonte, quando sono stati avvicinati da cinque uomini. Prima un dialogo, poi ne sarebbe nata rapidamente una lite, nella quale non sono mancati colpi proibiti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Gli aggressori hanno preso qualsiasi cosa gli capitasse a tiro, purché contundente, per colpire i rivali, percuotendoli a ripetizione, anche in testa. Quando si sono resi conto che sul posto stavano intervenendo le volanti della polizia e i carabinieri, se la sono data a gambe levate, facendo perdere rapidamente le proprie tracce. Anche le vittime sono fuggite, sebbene trovate poco tempo dopo nell'ospedale di zona, dove si erano recati per farsi curare le ferite.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuova ordinanza in Veneto: la mascherina non sarà più sempre obbligatoria

  • Dagli scavi in A4 è emersa un’imponente struttura di epoca romana

  • Bacaro chiuso 5 giorni per violazione delle norme anti-Covid

  • Coda verso Venezia al mattino. Pressione sui mezzi nel corso della giornata

  • Incendio ad un'azienda agricola in Riviera

  • «Ha fotografato le mie bimbe in vaporetto»: nel telefono la polizia trova decine di foto di minori

Torna su
VeneziaToday è in caricamento