Se le danno di santa ragione per la strada: urla e botte in piena notte a Mirano

Il fatto mercoledì in via Gramsci. Un nordafricano sarebbe stato picchiato a sangue da una banda di albanesi. Sul posto sono intervenuti i carabinieri allertati dai residenti

Vetri a terra e macchie di sangue, i segni inconfondibili di una violenta rissa: succede in via Gramsci a Mirano, dove nella notte tra martedì e mercoledì i colpi proibiti non sono stati risparmiati. A fronteggiarsi, come riportano i quotidiani locali, sarebbero stati una banda di albanesi e un nordafricano. Tra urla e botte (erano le 4) avrebbero svegliato tutto il vicinato, tanto che qualcuno a un certo punto ha deciso di chiedere l'intervento dei carabinieri.

Al loro arrivo, i militari dell'Arma si sarebbero trovati davanti solo il nordafricano, 40enne, ubriaco e con il volto insanguinato. Lui, ancora visibilmente scosso, avrebbe raccontato di essere stato picchiato da un gruppo di persone che ha riferito essersi allontanate verso via Torino. Alla fine avrebbe riportato ferite al volto e la rottura del naso.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il gruppetto è stato rintracciato dai carabinieri, gli albanesi sono stati identificati senza opporre resistenza ma poi non sarebbero scattate denunce. Il 40enne è stato sottoposto alle cure del pronto soccorso, ma non si sarebbe fatto fare il referto. Per lui una sanzione amministrativa per ubriachezza molesta. Il nordafricano risiederebbe in zona e non sarebbe nuovo a episodi del genere.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Gli aggiornamenti sul contagio in Veneto e in provincia la sera dell'1 aprile

  • Addio ad Ambra, morta a 31 anni

  • Ricoveri e decessi: gli aggiornamenti del 31 marzo sera

  • Bollettino contagi e ricoveri per Covid-19 domenica mattina, regione e provincia

  • Ricoveri e decessi, gli aggiornamenti di oggi

  • Il bollettino Covid-19 del 3 aprile sera: ancora morti, calano i ricoveri

Torna su
VeneziaToday è in caricamento