Ritrovata legata ad un palo la bici rubata di Fausto Coppi: i ladri la riportano a Villa Farsetti

Il cimelio di proprietà di Bruno Carraro è stato ritrovato attorno alle 20 di ieri sera. I carabinieri hanno recuperato il mezzo, riconsegnandolo al legittimo proprietario

Aveva annunciato il furto con le lacrime agli occhi domenica scorsa. Ora, le lacrime si sono trasformate in un pianto liberatorio. È stata infatti ritrovata ieri sera, attorno alle 20, la bicicletta con cui Fausto Coppi vinse la Parigi Roubaix 1948. Un cimelio storico di inestimabile valore nella storia dello sport su due ruote, che il cavalier Bruno Carraro, una vita nel ciclismo, aveva deciso di esporre all'interno di una mostra organizzata in Villa Farsetti per celebrare lo storico arrivo di tappa a Santa Maria di Sala del prossimo Giro d'Italia. E di cui qualcuno aveva ben pensato di appropriarsi indebitamente.

Legata alla recinzione

La storia ha avuto una grande risonanza anche a livello nazionale, sulla stampa e sui social media. Dopo aver informato dell'accadutole forze dell'ordine, Carraro si era reso disponibile a ritirare la denuncia se solo il ladro avesse avuto il buon cuore di mettersi una mano sul cuore e l'altra sulla coscienza, restituendogli il pezzo pregiato della propria collezione. E così è stato: il responsabile del furto, o chi per esso, ha infatti lasciato la bicicletta legata ad un palo della recinzione di Villa Farsetti, dove era stata rubata.

Restituita al proprietario

La segnalazione del ritrovamento è giunta ai carabinieri, che hanno fatto il resto. I militari della stazione di Mirano, infatti, hanno in primis recuperato la bici, poi l'hanno riconsegnata al legittimo titolare, evidentemente felice e sollevato di poter "riabbracciare" il suo prezioso cimelio su due ruote. I militari dell'Arma hanno acquisito le immagini di videosorveglianza per risalire al responsabile del furto.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • fortunato

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Rapina al Tronchetto: la vittima colpita con una pistola. Telecamere al setaccio

  • Cronaca

    Fatture false, sequestro da 600mila euro a una lavanderia

  • Mestre

    Impianti pagati, ma pazienti senza cure: verso la chiusura la clinica "IdeaSorriso"

  • Mestre

    Poliziotti si fingono impiegati di banca e arrestano un uomo con documenti falsi

I più letti della settimana

  • Omicidio a Venezia: anziano uccide la moglie con una coltellata

  • Auto nel Sile: i sommozzatori la recuperano, poi ne trovano un'altra

  • Ciclista investito finisce a terra e perde la vita

  • Colpito alla testa e derubato del trolley, dentro decine di migliaia di euro in contanti

  • Incendio all'hotel Excelsior: fiamme in cucina nella notte

  • Scomparso da giorni, ammette: «Ero fuggito per debiti di droga»

Torna su
VeneziaToday è in caricamento