Noale, sagoma di bambina di colore spezzata. Pro Loco indignata: "Pochezza di cultura"

La figura presa di mira dai vandali era stata posizionata attorno all'albero di Piazza XX Settembre, per abbellirlo. Appesi tra i rami i simboli delle contrade: provocazione?

Un gesto di cattivo gusto, sia per chi ha speso tempo e fatica, sia per il significato che assume: pochezza culturale. Nella notte della vigilia di Natale, alcuni vandali hanno preso di mira il grande albero di Natale che campeggia in piazza XX Settembre a Noale, addobbato dalla Pro Loco, in collaborazione con l'Amministrazione comunale e i commercianti, con lo scopo di ricreare un'atmosfera speciale, festiva e di coesione.

Il grande albero era stato abbellito con sagome lignee di allegri bambini, ma proprio una di queste figure, quella di una bambina di colore, è stata trovata con la testa spezzata. "Ogni atto contro il patrimonio culturale - ha spiegato Enrico Scotton, presidente della Pro Loco - denota sicuramente una mancanza di una coscienza del 'bene comune' e una pochezza di cultura, ma un gesto che toglie qualcosa a un bambino è maggiormente triste perché evidenzia un buio emozionale e la mancanza di una eredità del passato che toglie il senso di appartenenza al nostro paese".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Oltre ad aver preso di mira le sagome, i vandali hanno affisso al grande albero di Natale bandiere delle varie contrade, con grucce e ferri rudimentali. La ragione di un simile gesto non è chiara, potrebbe trattarsi di un provocazione, o della volontà di far trasparire un messaggio. "Se l’intento era quello di dire qualche cosa - dice il presidente dell’associazione Palio, Luigi Fregonese - vorremmo far sapere che questo messaggio non è arrivato perché nessun gesto contro un bambino può essere compreso e tanto meno giustificabile. Aver deturpato l’albero significa aver danneggiato un simbolo. Se invece lo scopo era quello di provare a minare l’armonia tra le varie associazioni, allora ci spiace per chi ci trova invece più che mai uniti nel provare tristezza e pena per chi ha organizzato questo atto".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Centri autorizzati assistenza fiscale (Caaf) e Caf: indirizzi delle sedi a Venezia

  • Tuffo nell'acqua bassa a Jesolo, un ragazzo all'ospedale

  • Picchia il compagno in palestra e lo minaccia di morte con un coltello, denunciata

  • Ratti e scarsa igiene: chiuso ristorante etnico di Dolo

  • Schianto tra due auto, morta un'anziana donna

  • Il giorno del Mose: alle 12.25 la Laguna è completamente isolata dal mare | DIRETTA

Torna su
VeneziaToday è in caricamento