Il salone nautico di Venezia a Dusseldorf, Brugnaro: «Venite a visitarlo in barca»

Presentata dal sindaco martedì, nel corso della 50esima edizione di Boot, la manifestazione che si terrà in Arsenale dal 18 al 23 giugno

Foto: Arsenale di Venezia

Il Salone Nautico di Venezia sbarca a Dusseldorf nel corso della 50esima edizione di Boot, martedì. A presentare l'evento che si terrà in Arsenale dal 18 al 23 giugno prossimi, il sindaco Luigi Brugnaro. «L’Amministrazione comunale ha deciso di finanziare l'iniziativa - precisa il primo cittadino - e di agevolare tutti quelli che verranno a presentare le proprie barche e i propri progetti, così da unire l’industria produttiva all’arte e alla vitalità di una città che è stata presidio del mare Adriatico e del Mediterraneo».

Arte nautica

«Tra Venezia, il Veneto e la Germania c’è un legame storico profondo che vogliamo riscoprire per raccontare l’intima relazione che tutti abbiamo con il mare - dice Brugnaro -. Questa manifestazione è una grande iniziativa che coinvolge l’intera città e la Regione Veneto, con il presidente Luca Zaia in primis, e vuole essere un grande appello a tutto il popolo del mare. Non sarà, infatti, solo un salone dell’arte nautica internazionale, in sintonia con la Biennale, ma soprattutto un momento di ritrovo e aggregazione per famiglie e bambini».

La storia

«Nel logo del Salone Nautico di Venezia - ha continuato il primo cittadino - abbiamo volutamente richiamato il leone della Repubblica Serenissima e la V di Venezia: se San Marco era il cuore politico, Rialto l’anima commerciale, l’Arsenale non è stato solo il luogo militare e porta d’acqua della città, ma ha simboleggiato il presidio occidentale della nostra cultura e della nostra Europa. Lì si sono costruite le navi per la storica battaglia di Lepanto».

Il programma

L’invito – ha proseguito Brugnaro - è di venire tutti a Venezia con la propria barca e la propria famiglia. Sarà bello poter dire, un giorno, di aver partecipato alla prima edizione. Abbiamo programmato uno sviluppo del Salone su tre anni, perché pensiamo che venire a Venezia sia conveniente, non solo per i dealer, ma soprattutto per chi è già in barca nell’Alto Adriatico. Tutti insieme condivideremo la gioia e la festa del popolo del mare che si ritrova. Per questo motivo – ha concluso il sindaco -. Perché, come dice un vecchio proverbio, chi tocca il mare, tocca il mondo».

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    La conferma dell'artista: il graffito apparso a Venezia è di Banksy

  • Cronaca

    «Escalation di episodi violenti»: il questore chiude per un mese il Molocinque

  • Cronaca

    Negozio di souvenir base dello spaccio: cocaina tra cialde di caffè, titolare in manette

  • Cronaca

    La marcia per il clima a Mestre

I più letti della settimana

  • Ciclista investito, elitrasportato in gravi condizioni dopo l'impatto a terra

  • Maltempo: la mareggiata cancella la spiaggia a Eraclea, danni anche a Caorle

  • Maxi operazione contro i clan specializzati in furti: 10 in arresto, 1600 auto sequestrate

  • Denti perfetti: tutte le regole da seguire per una corretta igiene orale

  • Pesciolini d'argento, gli insetti che si insidiano in tutte le case: come liberarsene

  • Presunta violenza sessuale in discoteca, una ragazza all'ospedale

Torna su
VeneziaToday è in caricamento