Niente collegamento acqueo, il padiglione Expo resta isolato

Per Alilaguna il progetto di una navetta fra il centro storico e Marghera non è conveniente, salta definitivamente. "Importante occasione persa"

Salta il collegamento. Quando tutto sembrava deciso, e a tre settimane dall'inaugurazione di Expo, il progetto per un motoscafo tra il centro storico e il padiglione di Marghera affonda definitivamente. Lasciando l'amaro in bocca a molti, specialmente ad amministratori di Vega ed Expo Venice che più volte avevano spinto perché si trovasse una soluzione. Ora, come riporta il Gazzettino, per raggiungere il padiglione restano solo automobile e treno.

La retromarcia è della società Alilaguna, che una volta fatti i conti avrebbe stabilito che un collegamento di questo genere non sarebbe stato conveniente. Restavano però esclusi fin da principio i mezzi dell'Actv, troppo grandi per passare al di sotto del ponte di via della Libertà lungo il percorso che era stato imposto dall'autorità portuale.

Uno smacco, considerato che l'esposizione a Venezia è dedicata all'acqua (il padiglione si chiama Acquae) e renderlo raggiungibile via laguna sembrava la cosa più logica Ma anche un'importante occasione persa per Venezia, perché creare un collegamento stabile avrebbe permesso di far fermare i pullman turistici ai Pili e far proseguire i visitatori in barca fino al centro storico, decongestionando piazzale Roma dal traffico.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tacco11 della famiglia di Federica Pellegrini nel nuovo hotel a 5 stelle di Jesolo

  • Schianto tra due auto, morta una donna

  • L'Amerigo Vespucci torna in laguna in compagnia della nave San Giorgio

  • Sorpreso con un trans, paga subito la multa: «Ma non ditelo a mia moglie» ​

  • Donna trovata morta sugli scogli, è una signora di Noale

  • Travolto da un'auto, morto un pensionato di 63 anni

Torna su
VeneziaToday è in caricamento