Salvini con il bimbo nero: è un'opera. L'artista: «Qui c'è libertà di espressione»

L'installazione è in una galleria in Rio Marin a Venezia che ospita tra le altre opere dell'autore cubano Erik Ravelo Suarez

Foto: Salvini con il bambino nero dal profilo Facebook di Erik Ravelo Suarez

Il ministro dell'Interno Matteo Salvini con un bambino nero in braccio e indosso un paio di guanti neri. È l'installazione apparsa sulla vetrina di una galleria a Venezia, in Rio Marin a Santa Croce, che sta facendo discutere. A parlarne è l'artista stesso, il cubano Erik Ravelo Suarez, sul suo profilo Facebook dove ha pubblicato anche le foto della sagoma. «Spero di non dover cambiare idea - scrive nel post in spagnolo - ma a questo punto posso dire che qui c'è libertà di espressione perché sì, è venuta la polizia, ma io non sono in galera e che io sappia nessuno mi sta cercando. L'immagine è quella di un ministro italiano ed è lì perchè Federica Palmarin ha avuto coraggio. Ora voglio vedere se i miei amici cubani capiscono la differenza», conclude, facendo riferimento alla libertà di espressione. L'esposizione dell'immagine ha riscosso e sta ricevendo molta attenzione.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • «Ha fotografato le mie bimbe in vaporetto»: nel telefono la polizia trova decine di foto di minori

  • Ecco i divieti che resteranno in vigore anche dopo il 3 giugno

  • Coda verso Venezia al mattino. Pressione sui mezzi nel corso della giornata

  • Ubriaco, picchia una ragazza e i carabinieri: neutralizzato con 2 dosi di sedativo

  • Auto fuori strada, morto un uomo

  • Lite finisce nel sangue: 37enne accoltella l'ex suocero

Torna su
VeneziaToday è in caricamento