Sciopero degli ispettori del Casinò, adesione pressoché totale: "Un successo"

Astensione dal lavoro sabato. I sindacati attaccano: "Casa da gioco aperta con solo due persone in servizio, segnaleremo l'anomalia". Probabile nuova iniziativa a metà luglio

Per le sigle sindacali lo sciopero di sabato 1 luglio è stato "un successo, la dimostrazione del fallimento delle scelte del Comune". Nell'iniziativa è coinvolto il servizio ispettivo della casa da gioco veneziana. "Il personale ha aderito in massa - spiegano Giordano (Cgil), Ragno (Uil) e Berti (Csa) - In queste ore il Casinò sta restando aperto solo con l'utilizzo di quadri e dirigenti, 2 persone in servizio contro i 7 dei turni ordinari". Una scelta di dubbia regolarità, secondo i sindacati. "Per queste ragioni - aggiungono - valuteremo di segnalare agli organi competenti, a partire dal ministero dell'Interno, quanto sta accadendo".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Prossime mosse. "Terremo un'assemblea il 5 luglio per valutare le ulteriori azioni di lotta e vertenza, non escludendo un ulteriore sciopero alla metà del mese di luglio. Il Comune, nonostante il tentativo del capo di Gabinetto del sindaco di far saltare lo sciopero con la pressione sui lavoratori, dovrebbe prendere atto del fallimento delle proprie scelte e aprire un confronto serio sul futuro della casa da gioco".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sorpresi a fare sesso in strada, multa di 20mila euro

  • Centri autorizzati assistenza fiscale (Caaf) e Caf: indirizzi delle sedi a Venezia

  • Spara e uccide l'ex marito della compagna: arrestato

  • "Reato di procurato allarme": presentato un esposto contro il presidente Luca Zaia

  • Controlli più restrittivi su chi torna da fuori Europa: la nuova ordinanza regionale

  • Ratti e scarsa igiene: chiuso ristorante etnico di Dolo

Torna su
VeneziaToday è in caricamento