Manutenzione scuole e edifici danneggiati: 200 mila euro dal fondo di riserva

Firmato un decreto dal sindaco metropolitano Luigi Brugnaro. Si tratta di un primo anticipo che sarà inserito nel piano degli interventi che prevede il finanziamento statale

Acqua alta, archivio

Edifici e istituti scolastici danneggiati dall'acqua alta del 12 e 17 novembre scorso: il sindaco metropolitano Luigi Brugnaro ha firmato venerdì un decreto per prelevare 200 mila euro dal fondo di riserva e destinarli a una serie di interventi di manutenzione straordinaria. 

L'anticipo

L’investimento prevede un primo anticipo di 200 mila euro che sarà trasmesso al Commissario per l’emergenza, in questo caso lo stesso sindaco Brugnaro, per esser inserito nel piano degli interventi che prevede il finanziamento statale, in base al decreto del Consiglio dei ministri.

PHOTO-2019-11-13-15-45-59-2

Valutazione

La valutazione dei danni è ancora in corso ma la loro entità è evidente e ingente, visto che per alcuni complessi scolastici e patrimoniali, come nel caso dell’isola di San Servolo, è necessario riattivare con urgenza le funzioni didattiche e garantire la messa in sicurezza delle aree e degli edifici. I lavori più immediati riguarderanno i piani terreni degli edifici scolastici e le palestre. Alcuni fra gli istituti dove la situazione è critica sono: il Nautico Cini Venier, il liceo Foscarini, l'istituto Fermi e il liceo Guggenheim, oltre ai danni subiti dal complesso monumentale dell’isola di San Servolo relativamente ai pontili di attracco e alla muratura di cinta. Altri interventi sono in programma per ripristinare gli impianti tecnologici a servizio degli edifici, le componenti dell’impianto elettrico, i sistemi antincendio, i sistemi idrici, gli ascensori e i montacarichi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Alcuni degli stabili colpiti

Dalla ricognizione effettuata dai tecnici e dagli operai del settore edilizia scolastica della Città Metropolitana, ulteriori danni strutturali sono stati registrati in alcuni edifici scolastici: istituti Sarpi e Algarotti, licei Benedetti, Tommaseo e Marco Polo, l'istituto Barbarigo, l'istituto Vendramin Corner a Dorsoduro, l'istituto Fermi, il Convitto nazionale e liceo Foscarini, il liceo artistico statale Giustinian. Danni anche agli edifici patrimoniali: palazzo Corner sede della Città Metropolitana di Venezia, l'ex sede dell’Apt nella palazzina Carmagnani, il commissariato di polizia a palazzo Ziani, le caserme dei carabinieri di Murano, Burano, Pellestrina, il museo di Torcello, palazzo Donà Balbi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuova ordinanza in Veneto: la mascherina non sarà più sempre obbligatoria

  • Dagli scavi in A4 è emersa un’imponente struttura di epoca romana

  • Bacaro chiuso 5 giorni per violazione delle norme anti-Covid

  • Incendio ad un'azienda agricola in Riviera

  • Dal primo giugno tutto il personale Actv torna in servizio

  • Casa del sesso in centro a Mestre: arrestata una donna

Torna su
VeneziaToday è in caricamento