Chioggia: sequestro di 5 quintali di pesce ancora allo stato giovanile

I carabinieri hanno notato al mercato ittico della merce troppo piccola. Sono scattate due denunce per detenzione e vendita di specie marine allo stato giovanile

Le linee guida della comunità europea parlano chiaro, non si può pescare e tantomeno mettere in commercio pesce ancora allo stato giovanile. I carabinieri di Chioggia lo sanno bene e venerdì hanno eseguito un sequestro di 5 quintali di pesce. Una motovedetta infatti, nella tarda mattinata, ha notato due pescherecci mentre stavano scaricando al mercato ittico della merce.

Una volta raggiunti hanno notato che il pesce era di piccole dimensioni, quindi inadatto alla vendita. E' scattato così il sequestro di 3 quintali di cannolicchi e due quintali di vongole. Il valore dell'intera merce si aggirava intorno ai 6 mila euro.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

A carico dei pescatori quindi sono scattate due denuncie per detenzione e vendita di specie marine allo stato giovanile. Tutto il pesce precedentemente pescato inoltre, è stato ributtato in mare.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Gli aggiornamenti sul contagio in Veneto e in provincia la sera dell'1 aprile

  • I contagi e i pazienti coronavirus aggiornati a domenica sera

  • I dati aggiornati sui casi di coronavirus in provincia e nel Veneto

  • Ricoveri e decessi: gli aggiornamenti del 31 marzo sera

  • Pazienti ricoverati e tamponi positivi al coronavirus domenica

  • Ricoveri stabili, ma continuano i decessi: i dati aggiornati sul Covid-19

Torna su
VeneziaToday è in caricamento