Pesce e molluschi senza documentazione: carabinieri sequestrano 2 quintali di pescato

È l'esito dei controlli dei militari di Chioggia all'esterno del mercato ittico cittadino

Continua la stretta dei carabinieri di Chioggia Sottomarina su pesca e commercializzazione illegale di prodotti ittici. La scorsa notte, nella fattispecie, i militari dell'Arma hanno sorpreso tre furgoni carichi di seppie, polpi, cozze, naselli, capesante, seppie e sogliole tutti sprovvisti di etichettatura e documentazione fiscale attestante la tracciabilità di filiera.

I controlli

I controlli sono stati effettuati all'uscita del mercato ittico di Chioggia. Tutti i prodotti irregolari, circa 2 quintali di merce per un valore commerciale di circa 2300 euro, sono stati sequestrati e smaltiti. Ai conducenti dei mezzi, invece, sono state comminate multe per 4500 euro. La stessa cifra che dovranno pagare anche altri due pescatori clodiensi, sorpresi lo scorso mese con a bordo auto rispettivamente 250 e 500 chili di vongole veraci, prive di documentazione di accompagnamento. In entrambe le circostanze, i molluschi sono stati rigettati in mare per ripristinarne il ciclo vitale.

Potrebbe interessarti

  • Zenzero: è davvero un alleato per la nostra salute?

  • Temporali estivi: come proteggersi per evitare rischi

  • 5 consigli per favorire il benessere intestinale

  • Forfora: da cosa è causata e come si combatte

I più letti della settimana

  • Auto contro un platano, morto un 28enne

  • La tragedia di Jesolo: quattro giovani vite spezzate, indagini su un presunto speronatore

  • Quattro giovani hanno perso la vita in un gravissimo incidente a Jesolo

  • Incidente fra mezzi pesanti sulla A4 a San Stino, un morto

  • Grandine come palline da ping pong, attimi di preoccupazione

  • Il papà di Giorgia, unica superstite nello schianto di Jesolo: «Come aver perso figli miei»

Torna su
VeneziaToday è in caricamento