Pesce illegale: multe per 9mila euro e 300 chili di prodotto sequestrati

I controlli dei carabinieri di Chioggia nei giorni del ponte del Primo Maggio

Nuove irregolarità sono emerse negli ultimi giorni nel corso dei controlli sulla pesca e la commercializzazione di prodotti ittici nella zona di Chioggia. A eseguire le verifiche sono stati i carabinieri della motovedetta della compagnia locale, i quali hanno sequestrato un totale di 300 chili di prodotti ittici e comminato multe per circa 9mila euro.

Tutti i commercianti irregolari trasportavano pesce senza i documenti che ne attestassero la provenienza. Tre verbali da 2mila euro ciascuno sono stati staccati nei confronti di altrettanti pescatori chioggiotti che sono stati scoperti a trasportare, rispettivamente, 20 chili di fasolari, 200 chili di vongole veraci, 50 chili di fasolari. Un commerciante del Miranese, invece, è stato multato per 1500 euro per 15 chili di seppie.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sempre in questo periodo, una sanzione di 1500 euro è toccata al titolare di un bar di Chioggia perché nei frigoriferi del locale sono stati trovati 20 chili di generi alimentari (prevalentemente salumi e formaggi) privi di etichettatura per la tracciabilità di filiera. Anche questi prodotti sono stati sequestrati.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Aggiornamenti serali su contagi e ricoveri in provincia di Venezia e Veneto

  • I dati aggiornati sul contagio in Veneto e in provincia

  • Aggiornamenti serali su contagi e ricoveri in provincia di Venezia e in Veneto

  • Ricoveri e decessi, gli aggiornamenti del 24 marzo sera

  • Quasi 6000 positivi al coronavirus in Veneto, altri morti in provincia

  • Quasi 900 positivi in provincia, altri 2 morti all'ospedale di Dolo

Torna su
VeneziaToday è in caricamento