Confermato quest'anno il Redentore diffuso: la regia della sicurezza sarà "galleggiante"

Il sindaco Brugnaro ha annunciato che la formula 2015 sarà riproposta. Intanto venerdì mattina comitato per l'ordine e la sicurezza pubblica per stringere le maglie dei controlli

Redentore osservato speciale, come ogni anno del resto. Quando decine di migliaia di persone raggiungono Venezia per assistere alla notte "Famosissima" e per godere dei "foghi" in Bacino. L'amministrazione comunale ha confermato (anzi, lo ha fatto direttamente il sindaco Luigi Brugnaro durante la sua conferenza per tirare le somme di un anno di attività) che anche quest'anno sarà adottata la formula del Redentore "diffuso", con spettacoli pirotecnici ed eventi anche in terraferma. Dodici mesi fa furono a San Giuliano, Malcontenta, Favaro, Gazzera e Pellestrina. Quest'anno dovrebbe aggiungersi anche Asseggiano, ma solo nei prossimi giorni sarà svelato il programma per filo e per segno.

Di pari passo con l'organizzazione della serata vanno anche le preoccupazioni per quanto riguarda la sicurezza. In un periodo in cui il terrorismo è tornato a mietere vittime. Per questo motivo si è tenuto venerdì mattina in prefettura un comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza pubblica in cui, alla presenza del prefetto Domenico Cuttaia e dei rappresentanti delle varie forze dell'ordine, si è discusso di come garantire una sicurezza capillare ma non invasiva durante la serata del 16 luglio prossimo. Da terra e da acqua. Perché almeno metà della festa sarà su barca. In quest'ottica si è deciso di preparare una cabina di regia "galleggiante": su un'imbarcazione si troveranno i rappresentanti delle varie forze dell'ordine, collegati via radio alle varie sale operative. Dopodiché i piani pratici di intervento saranno predisposti attraverso dei futuri tavoli in questura e in capitaneria di porto.

E' stato chiesto a Trenitalia di introdurre rinforzi per quanto riguarda le corse del deflusso, così come Actv sarà impegnata a piazzale Roma a garantire maggiori partenze dei bus. Un problema, quello dei trasporti, che negli anni passati ha raggiunto a volte le prime pagine dei giornali. Tra proteste, assembramenti e disorganizzazione.

ESODO ESTIVO - Durante la riunione si è parlato anche di esodi estivi e di traffico veicolare: saranno incrementati i controlli (e in questo senso sono stati sensibilizzati i sindaci del territorio) alla luce dell'aumento del numero di incidenti in autostrada e nel territorio del Comune di Venezia. Se il consumo di alcol tra i giovani diminuisce, lievita in maniera esponenziale invece il numero di persone sorprese al volante mentre utilizzano smartphone o tablet. Secondo i dati della sola polizia stradale, le sanzioni di questo tipo sono aumentate del 30%. 

Potrebbe interessarti

  • Zenzero: è davvero un alleato per la nostra salute?

  • Temporali estivi: come proteggersi per evitare rischi

  • 5 consigli per favorire il benessere intestinale

  • Bidoni della spazzatura: come fare per averli sempre puliti

I più letti della settimana

  • Auto contro un platano, morto un 28enne

  • La tragedia di Jesolo: quattro giovani vite spezzate, indagini su un presunto speronatore

  • Quattro giovani hanno perso la vita in un gravissimo incidente a Jesolo

  • Incidente fra mezzi pesanti sulla A4 a San Stino, un morto

  • Grandine come palline da ping pong, attimi di preoccupazione

  • Il dolore della comunità per la perdita del giovane Alessio

Torna su
VeneziaToday è in caricamento