Sicurezza e Redentore: si metterà un freno alla calca, zone principali a "numero chiuso"

La prossima settimana sarà definita nei particolari la "macchina" della notte Famosissima. Ci saranno contapersone e steward, sorvegliate speciali le rive sul Bacino di San Marco

Dopo i fatti di Torino l'organizzazione di tutti i grandi eventi in Italia stanno cambiando la pelle, anche in base a nuove disposizioni ministeriali. Anche la Festa del Redentore non sarà da meno, con una nuova organizzazione degli spazi e con un virtuale "numero chiuso" nelle zone in cui storicamente si accalcano più persone per assistere ai foghi. Mercoledì prossimo è prevista la riunione del Comitato provinciale per la sicurezza pubblica durante il quale, con la cabina di regia della Prefettura, forze dell'ordine ed enti locali metteranno a punto la macchina con cui gestire la macchina della notte Famosissima.

Come riporta il Gazzettino, con ogni probabilità saranno indicati dei limiti massimi all'affluenza sulle rive. Indicando mano mano le zone libere dove potersi posizionare. Potrebbero esserci steward e contapersone, specie in corrispondenza del ponte votivo, ma tutto sarà definito con esattezza la prossima settimana. In ogni zona sarà definito il limite di capienza, tra Giudecca, Zattere e area marciana, tenendo presente anche le vie di fuga a disposizione della folla. Sull'isola pronte San Marco, per esempio, ci dovrebbero essere due zone: una dedicata a tavolini e sedie, l'altra invece in cui si starà in piedi. Lasciando un corridoio obbligatorio per il transito di forze dell'ordine o soccorsi. Nei prossimi giorni partirà la campagna d'informazione del Comune e inizierà la predisposizione antiterrorismo dei luoghi cruciali: metal detector, varchi e contapersone. Al Redentore anche la sicurezza vuole la sua parte. 
 

Potrebbe interessarti

  • Lenzuola: ogni quanto vanno cambiate e perché

  • Micosi alle unghie: i rimedi fai da te

  • I consigli per una lavastoviglie pulita e senza cattivi odori

  • Moscerini della frutta: come eliminarli dalla propria cucina

I più letti della settimana

  • Schianto frontale tra un'auto e un autobus: due morti e feriti gravi sulla Triestina

  • Lenzuola: ogni quanto vanno cambiate e perché

  • Si sente male e muore in spiaggia a Jesolo

  • Auto fuori strada finisce nel canale, perde la vita un 23enne

  • A Mirano una raccolta fondi per la famiglia di Andrei e Ana Maria

  • Scontro fra auto e moto, un ferito portato a San Donà

Torna su
VeneziaToday è in caricamento