In barca a vela con 500 chili d'hashish in manette skipper 63enne veneziano

Giovanni Bulgarini è stato arrestato in flagrante mentre scaricava il carico al porto di La Spezia con il complice Raffaele Cavaliere, milanese di 59 anni. A bordo anche una giovane donna nigeriana

Oltre mezza tonnellata di hashish nascosta in una lussuosa barca a vela diretta a La Spezia, per un valore stimato in circa 600 mila euro. È la scoperta degli agenti della squadra mobile di Milano, che domenica sera hanno arrestato tre trafficanti appena sbarcati al porto di La Spezia con 560 chili di droga. Si tratta di Raffaele Cavaliere, milanese di 59 anni con numerosi precedenti, Giovanni Bulgarini, skipper veneziano di 63 anni con precedenti, e O.I., ragazza nigeriana di 27 anni incensurata, probabilmente reclutata per dare al viaggio una parvenza di normalità.

L'ipotesi è suffragata dal fatto che la giovane risiede a Malaga, porto toccato dall'imbarcazione utilizzata per il trasporto. Una «Oceanis 46» di 14 metri all'interno della quale era stato ricavato un imbosco nei gavoni di poppa. Le indagini sono partite un paio di settimane fa da una segnalazione giunta agli investigatori milanesi che attraverso verifiche e intercettazioni sono arrivati ai due uomini arrestati. Hanno appurato che i trafficanti si sono riforniti in Marocco e poi si sono diretti al porto di Fuengirola, a Malaga.

Da qui, hanno fatto rotta verso La Spezia, ma gli investigatori li hanno intercettati grazie a un aereo messo a disposizione dalla polizia dello scalo Malpensa. Il piccolo Observer P68 ha tenuto d'occhio la barca fino all'arrivo in porto, dove i trafficanti sono scesi per scaricare parte del carico. Gli agenti hanno bloccato Cavaliere e Bulgarini mentre portavano 60 chili verso una Fiat Tipo intestata a una parente di quest'ultimo. Nella barca, regolarmente noleggiata, sono stati trovati gli altri 500 chili di hashish stipati in cassette. (Ansa)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Primo caso di Coronavirus nel Veneziano: è un 67enne di Mira

  • Aumentano i casi positivi al coronavirus: altri due al Civile di Venezia. Aggiornamenti

  • Coronavirus: l'ordinanza per i Comuni colpiti del Veneto

  • Apre il nuovo supermercato Aldi di Mestre

  • Coronavirus: quali sono i sintomi e come comportarsi in caso di contagio

  • Coronavirus, attenzione al massimo in Veneto. Zaia: «Pronti a misure drastiche»

Torna su
VeneziaToday è in caricamento