Da Caorle a Mestre per spacciare cocaina, arrestati due pusher

In manette due sudamericani che avevano la base a Porto Santa Margherita, ma per vendere si spostavano

La zona in cui spacciavano era quella di Mestre, ma la loro base logistica era un appartamento a Porto Santa Margherita di Caorle. E' proprio qui che i carabinieri, dopo averli tenuti d'occhio per giorni, li hanno arrestati. Un 34enne venezuelano e un 43enne colombiano sono finiti in manette dopo che i militari, all'interno dell'abitazione, hanno trovato quasi quattro etti di cocaina e oltre mille euro in contanti, oltre al kit necessario per confezionare le dosi di droga. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Gli investigatori hanno monitorato i loro movimenti, ritenendo che avessero messo in piedi un giro di spaccio e, una volta certi, hanno deciso di bussare alla porta di casa. I due, alla vista dei carabinieri, si sono mostrati subito nervosi, e questo non ha fatto che insospettire ulteriormente i militari che successivamente, con la perquisizione dell'abitazione, hanno trovato la conferma di ciò che pensavano. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un pene in cemento compare a San Marco

  • «Assembramenti fuori dai locali, gente senza mascherina: così torniamo indietro»

  • In arrivo forti rovesci e grandinate

  • Un etto di cocaina e 15 mila euro in contanti: 4 arresti

  • Maneggio in fiamme: feriti padre e figlia, morti quattro cavalli

  • Pericoloso inseguimento in laguna, giovane sperona la volante: 25enne arrestato

Torna su
VeneziaToday è in caricamento