Spaccia a minorenni, 20enne di Cinto Caomaggiore in manette

Il ragazzo consegnava la marijuana nella zona degli impianti sportivi. Sequestrato lo stupefacente ed il denaro di cui era entrato in possesso

L'andirivieni degli ultimi giorni era parso sospetto, troppi giovani si muovevano in modo anomalo verso gli impianti sportivi di Cinto Caomaggiore, ecco perché i carabinieri hanno deciso di andare a controllare. Il sospetto è che nell'area fosse in atto una vera e propria attività di spaccio di stupefacenti, specie per i giovanissimi.

Flagranza di reato

Nel tardo pomeriggio di lunedì, i militari dell'Arma di Portogruaro hanno avuto la conferma ai propri dubbi: durante un servizio mirato, infatti, hanno sorpreso un 20enne di Cinto nell'atto di cedere alcuni grammi di marijuana ad un minorenne. Il pusher, sottoposto a perquisizione, è stato poi trovato in possesso di altri 70 grammi di "maria", già divisa in dosi, nonché di una somma in contanti di circa 150 euro. Lo stupefacente ed il denaro, ritenuto provento dell'attività di spaccio, sono stati sequestrati.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Spaccio a minori

Per il ventenne sono scattate le manette per il reato di spaccio, cui si aggiunge l'aggravante di averlo commesso a danno di ragazzi ancora di minore età.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dagli scavi in A4 è emersa un’imponente struttura di epoca romana

  • In arrivo forti rovesci e grandinate

  • Un etto di cocaina e 15 mila euro in contanti: 4 arresti

  • Bacaro chiuso 5 giorni per violazione delle norme anti-Covid

  • Dal primo giugno tutto il personale Actv torna in servizio

  • Casa del sesso in centro a Mestre: arrestata una donna

Torna su
VeneziaToday è in caricamento