"Parroco vergogna", blitz degli animalisti anti Madonna col Fucile

Gli attivisti nella notte hanno affisso uno striscione e dei volantini con scritte molto pesanti contro i cacciatori: "La statuina ancora lì, toglietela"

Incursione notturna, una delle tante cui gli attivisti di "Centopercentoanimalisti" effettuano sul territorio. Nel loro mirino stavolta la chiesa di Cavallino-Treporti, "rea" di ospitare nel proprio territorio la "Madonna col fucile", la statuetta dorata situata lungo il canale San Felice. La figura religiosa ha le braccia aperte in segno di preghiera, ma in una mano tiene l'arma.

"A protezione di tutti colore che amano l'ambiente lagunare", si legge nella sottostante targhetta firmata "I cacciatori di Cavallino Treporti". Sul web quindi si è accesa una polemica contro questo accostamento. "Tutto è però rimasto come prima", spiegano gli attivisti. Per questo sono stati esposti uno striscione e dei manifesti contro i cacciatori e contro il parroco del paese. "Ci chiediamo cosa aspettino il patriarca di Venezia e il sindaco di Cavallino a far rimuovere la statuetta".

IL VIDEO IN CUI SI MOSTRA LA MADONNA COL FUCILE

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Primo caso di Coronavirus nel Veneziano: è un 67enne di Mira

  • Aumentano i casi positivi al coronavirus: aggiornamenti

  • Coronavirus, inizia la settimana più lunga: gli aggiornamenti

  • L'ordinanza del ministero della Salute e del presidente della Regione Veneto

  • Coronavirus: l'ordinanza per i Comuni colpiti del Veneto

  • Coronavirus: quali sono i sintomi e come comportarsi in caso di contagio

Torna su
VeneziaToday è in caricamento