Il Tar "riapre" il cielo sopra Tessera, decade il divieto di voli notturni

Il Tribunale ha accolto il ricorso di Save: il divieto di sorvolo sarebbe stato introdotto senza che si accertasse l'inquinamento acustico

Il Tar del Lazio ha annullato il regolamento che ha stabilito il divieto dei voli notturni all'aeroporto Marco Polo di Venezia. Lo ha deciso la II sezione bis, accogliendo un ricorso presentato da Save, la società di gestione dello scalo lagunare, che si scagliava contro la fascia oraria off limits disposta da un precedente provvedimento che partiva dalle 23 e si concludeva alle 6, pur prevedendo delle deroghe.

Il tribunale amministrativo ha dunque ritenuto legittimo il ricorso della società presieduta da Enrico Marchi: "E' stata operata la scelta di imporre il divieto di volo in via preventiva - si legge nella sentenza - senza il preliminare accertamento di situazioni di inquinamento acustico, giacché la commissione incaricata di definire le procedure antirumore nelle attività aeroportuali, ha predisposto le bozze del decreto oggetto della presente impugnativa senza farle precedere dall'accertamento in concreto delle effettive emergenze che possano giustificare la soluzione inibitoria adottata in via generale. Emergono, pertanto, vizi di elusione legislativa e del principio costituzionale di libera circolazione, nonché difetto di istruttoria". Insomma, la decisione di stoppare i voli sarebbe stata presa prima che se ne ravvisasse la necessità.

Ai giudici, inoltre, il regolamento contestato appare in contrasto con la normativa di riferimento, la quale "subordina le restrizioni operative del traffico aereo al caso in cui le valutazioni effettuate abbiano dimostrato che l'attuazione di ogni altra misura di contenimento acustico prevista dalla normativa vigente non consenta di raggiungere gli obiettivi stabiliti", e prevede "la costituzione di un comitato tecnico-consultivo al fine di emanare linee di indirizzo per l'adozione delle restrizioni operative, nonché per individuare e proporre all'Enac le ipotesi di eventuali restrizioni operative ritenute idonee ad evitare il ripetersi del superamento dei limiti acustici".

Potrebbe interessarti

  • Zenzero: è davvero un alleato per la nostra salute?

  • Temporali estivi: come proteggersi per evitare rischi

  • Fare il bagno dopo mangiato: bisogna davvero aspettare 3 ore?

  • Capelli grassi? Ecco i 5 rimedi per combatterli

I più letti della settimana

  • Auto contro un platano, morto un 28enne

  • La tragedia di Jesolo: quattro giovani vite spezzate, indagini su un presunto speronatore

  • Quattro giovani hanno perso la vita in un gravissimo incidente a Jesolo

  • Incidente fra mezzi pesanti sulla A4 a San Stino, un morto

  • Grandine come palline da ping pong, attimi di preoccupazione

  • Schianto sulla Treviso mare: morto un motociclista, grave la moglie

Torna su
VeneziaToday è in caricamento