Supermercati Coop: riaprono i punti vendita ristrutturati del Lido e Cannaregio

Negozi rimessi a nuovo e pronti a riaprire i battenti: giovedì inaugurazione di Ca' Bianca, in via Malamocco 25, e venerdì taglio del nastro a Venezia. Rinfresco per tutti i clienti

Coop Alleanza 3.0 riapre due punti vendita: quello di Ca’ Bianca, al Lido, in Via Malamocco 25 giovedì alle 9, e la Coop San Felice a Cannaregio, che sarà inaugurata venerdì, sempre alle 9.

Piano di ristrutturazioni nel Veneziano

In tutte le occasioni saranno presenti Emilia Carlucci, vicepresidente di Legacoop Veneto, Diego Ghersi responsabile Macroarea Friuli Veneto di Coop Alleanza 3.0 e in rappresentanza dei soci Coop, Gianni Vianello, presidente del Consiglio di Zona Venezia Laguna. A tutti i clienti saranno offerti assaggi di caffè solidal Coop ed un piccolo rinfresco in occasione delle riaperture. Le due ristrutturazioni rientrano nel piano di riqualificazione della rete di vendita Coop a Venezia: dei 18 punti vendita della Cooperativa, 6 sono stati riqualificati nel 2017, mentre il prossimo anno ne saranno restaurati almeno due.  

L’obiettivo di Coop Alleanza 3.0 è quello di privilegiare chi vive nei quartieri cittadini, in particolare i soci Coop, prestando attenzione alle particolarità della città lagunare con equilibrio tra le esigenze dei residenti e dei turisti. Di nuovo al centro degli obiettivi di Coop Alleanza il rapporto con il territorio, anche attraverso le attività sociali realizzate in alcuni negozi lagunari: come Brutti ma buoni, recupero dei prodotti invenduti ma ancora salubri da destinare alle associazioni locali, come le Raccolte solidali, a favore delle persone in difficoltà del territorio, o i percorsi e i laboratori di educazione al consumo consapevole che ogni anno coinvolgono diversi istituti del territorio di Venezia e Mestre.

Le Coop

Lido Ca’ Bianca, ampio 496 metri quadrati, impiega 30 lavoratori è chiuso per ristrutturazione dallo scorso 26 ottobre. I lavori di restyling, volti a rendere il supermercato ancora più vicino alle esigenze di una spesa quotidiana, hanno riguardato in particolare l’inserimento di 3 nuove casse automatiche, fai da te, per soci e non soci – che portano a 6 il numero totale delle casse - l’introduzione di un corner per il parafarmaco e del servizio di doratura del pane. Novità anche nel reparto gastronomia, di cui è stato ampliato l’assortimento con tante novità nell’ambito dei piatti caldi, mentre il reparto macelleria, sempre servito, ha una ricca proposta di piatti da asporto. Diversi poi gli accorgimenti green introdotti nel punto vendita rinnovato: sono stati modificati tutti i banchi frigo con l’utilizzo di centraline a basso consumo per il risparmio energetico, impiantate nuove pompe di calore per una maggiore efficienza di riscaldamento e raffreddamento. Con l’obiettivo di avere una maggiore illuminazione degli spazi, sono state sostituite alcune vetrate, mentre l’intero impianto di illuminazione è ora completamente a led. Gli oltre 130.000 soci di Venezia e i consumatori troveranno quindi un punto vendita più rispondente all’esigenza della spesa quotidiana.
 
Coop San Felice, con i suoi 850 metri quadrati, 46 dipendenti di cui 3 nuove assunzioni, 8 casse di cui 4 self scanning di nuova introduzione, è il punto vendita più grande della cooperativa a Venezia. In ragione della sua posizione centrale il nuovo negozio svolgerà anche il servizio di bar caffetteria con paste per la prima colazione, panini e tramezzini, grazie a una vetrina con ingresso autonomo e affaccio diretto su Strada Nuova. Il negozio è in grado di offrire tutta la qualità, l’eticità e la sicurezza dei prodotti Coop, con la linea dei biologici ViviVerde, il meglio dell’eccellenza gastronomica Fior Fiore.
Di recente introduzione, anche in questo caso, il servizio di pane self service e la gastronomia servita, arricchita da una maggiore offerta di piatti caldi e freddi da asporto, mentre è stata potenziata la proposta take – a way di macelleria e pescheria. Notevole anche l’offerta dei vini con la cantinetta che ospita anche svariate etichette regionali. La spesa quotidiana infine è completata con l’assortimento di prodotti alimentari surgelati, per la cura della persona e la pulizia della casa. I lavori di ristrutturazione, iniziati ad ottobre e completati in tempi record, hanno inaspettatamente riportato alla luce, attraverso un restauro conservativo condotto con la Soprintendenza dei beni culturali, un arco rinascimentale e una "serliana", un elemento palladiano del Cinquecento che somiglia a una trifora. Ora nel negozio, posto tra il rinascimentale palazzo Mora e il nuovo spazio di inizio Novecento, si potrà leggere la struttura architettonica del luogo.

Potrebbe interessarti

  • Zenzero: è davvero un alleato per la nostra salute?

  • Temporali estivi: come proteggersi per evitare rischi

  • Fare il bagno dopo mangiato: bisogna davvero aspettare 3 ore?

  • Capelli grassi? Ecco i 5 rimedi per combatterli

I più letti della settimana

  • Auto contro un platano, morto un 28enne

  • La tragedia di Jesolo: quattro giovani vite spezzate, indagini su un presunto speronatore

  • Quattro giovani hanno perso la vita in un gravissimo incidente a Jesolo

  • Incidente fra mezzi pesanti sulla A4 a San Stino, un morto

  • Grandine come palline da ping pong, attimi di preoccupazione

  • Schianto sulla Treviso mare: morto un motociclista, grave la moglie

Torna su
VeneziaToday è in caricamento