L'Ulss 12 vuole rientrare dal deficit, "sconto" sui soldi da dare da privati

In tre anni dichiarata l'intenzione di incrementare i risparmi di circa 9 milioni dell'ospedale dell'Angelo, di cui si ridiscute il project financing

Si rivede il project financing, e l'Ulss 12 potrebbe ridiscutere la quota di soldi che l'azienda deve sborsare alla Veneta Sanitaria Finanza di Progetto per ripagare il project financing. Almeno stando al Piano pluriennale di rientro della Regione che, come riporta il Gazzettino, metterebbe nero su bianco l'intenzione di risparmiare 4 milioni 385mila euro quest'anno, cui se ne aggiungerebbero 300mila nel 2015. Soldi che concorreranno a rientrare del deficit dell'Angelo in tre anni, passato al vaglio di Palazzo Balbi.

L'ospedale di Mestre  è stato il primo a essere costruito con un sistema misto di contributi pubblici e di project financing. Gli oneri erano stati ripartiti più o meno a metà, con i privati che avrebbero dovuto rientrare dell'investimento venendo ripagati anno dopo anno da una quota di una sorta di "mutuo", ottenendo una sorta di monopolio nella gestione di alcuni servizi. Secondo il quotidiano, l'Ulss sborserebbe in dodici mesi circa 55 milioni di euro, una somma che ora si sta ridiscutendo. Cui si aggiungono i servizi concessi ai privati della cordata. Ora la "spending review", che dovrebbe permettere di realizzare risparmi da 9milioni 877mila euro in tre anni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a Scorzè: camionista investito e ucciso nella notte

  • Truffatore online per anni, lo vanno a prendere nel suo appartamento

  • Referendum per la separazione di Venezia e Mestre: l'affluenza si ferma al 21,73%

  • Trovato morto a 17 anni: sospetta overdose da psicofarmaci

  • Due casi di overdose in poche ore a Mestre, morto un 24enne

  • Scoperta a rubare vestiti, aggredisce il direttore e gli punta le forbici in faccia

Torna su
VeneziaToday è in caricamento